Mezza Puglia “arancione”? Emiliano ci ripensa, anche la Bat potrebbe cambiare colore

“Ieri sera video conferenza con i presidenti delle province e dell’area metropolitana e con i sindaci delle province interessate e col Presidente Anci Puglia Domenico Vitto per acquisire il loro parere sulla possibilità di mantenere in parte della Puglia la zona arancione”. Lo ha annunciato il governatore della regione Puglia, Michele Emiliano, sulla sua pagina Facebook. “La bozza dell’ordinanza verrà sottoposta al Ministro della Salute Roberto Speranza che deve – assieme al governo – assicurare le coperture per i ristori alle aziende che avranno limitazioni operative a causa della proroga della zona arancione”, ha spiegato Emiliano. “L’eventuale ordinanza a mia firma prenderà efficacia nella prossima settimana con il dovuto preavviso”. Intanto, domani e domenica, si applicheranno in tutta la Puglia le regole della zona gialla in applicazione della ordinanza del Ministro Speranza”, ha concluso il presidente.

“La classificazione come zona gialla della Puglia in base agli indicatori e agli algoritmi messi a punto dal Governo potrebbe non offrire sufficienti garanzie per la tenuta di alcuni territori”. Lo ha scritto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, specificando che è già a lavoro con l’assessore alla Sanità Pier Luigi Lopalco e il direttore del Dipartimento Salute, Vito Montanaro, “per predisporre un’ordinanza da concordare con il Ministro Speranza che mantenga in zona arancione le province di Foggia e Bat e parte dell’area Murgiana della città metropolitana di Bari”. Il presidente ha aggiunto che “non mi tranquillizza il fatto che il sistema sanitario pugliese non sia più sotto pressione come qualche giorno fa. Non mi tranquillizza che le nostre terapie intensive e i reparti Covid siano disponibili per nuovi ricoveri. La nostra capacità ospedaliera non può essere la motivazione per abbassare la guardia sul controllo dei contagi. Gli operatori sanitari sono stanchi e non possiamo pensare di lasciare solo agli ospedali il compito di fronteggiare la situazione”. In ultimo, “anche molti sindaci lamentano la difficoltà delle Forze dell’Ordine di far rispettare ai cittadini le norme anticovid”, ha concluso Emiliano.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Scuola, Boccia: parole Valditara gravissime, no regionalizzazione della scuola e alzare tutti gli stipendi

“Sono gravissime le dichiarazioni del Ministro Valditara che, anziché affrontare problemi reali come la dispersione scolastica e il potenziamento della scuola, propone stipendi differenziati per i docenti, salvo poi, anche stavolta, rimangiarsi tutto dopo che la polemica è scoppiata. Le sue parole non mi stupiscono perché si legano naturalmente al tentativo di sempre del Presidente […]

Amministrative, altri cinque anni con Angarano: domenica la presentazione ufficiale della sua candidatura

Domenica 29 gennaio alle ore 11 al Politeama Italia, in via Montello 2, il Sindaco di Bisceglie Angelantonio Angarano presenterà la sua ricandidatura, che vedrà come primo step quello delle primarie di coalizione fissate il prossimo 12 marzo. La Cittadinanza è invitata a partecipare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: