Lottizzazione BiMarmi, si fa la colletta per presentare ricorso al Presidente della Repubblica

Sul mare, alla “Bimarmi”, nella “maglia 165” vorresti vedere palazzine di cemento o un “parco sul mare”, con alberi, verde, ombra, panchine, tavolini, percorsi ciclabili e per il benessere e giochi per bambini?

Noi preferiamo il verde al cemento e non siamo d’accordo con la Delibera dell’Amministrazione comunale che approva la costruzione di nuovi palazzi sulla costa di Levante. Per questo motivo, questa volta non siamo stati fermi, non abbiamo voluto subire questa scelta politica, prima che amministrativa. Ci siamo attivati, ci siamo confrontati, abbiamo “studiato le carte”, ci siamo consultati con esperti, tecnici e avvocati e… abbiamo scoperto che, questa volta, potremmo avere ragione. E l’Amministrazione, forse anche la Regione Puglia che in questi giorni si è espressa su un ricorso di alcuni consiglieri comunali, potrebbero essere nel torto. NON È DETTA L’ULTIMA! Le carte dicono che ci sono i presupposti per presentare un ricorso straordinario al Presidente della Repubblica che potrebbe ribaltare la decisione di questa Amministrazione!

Concretamente: andare a giudizio, con le spese di consulenza e patrocinio legale costerà circa 3000€. Sono pochissimi soldi se siamo in tanti a contribuire e già tantissimi amici hanno prenotato la loro donazione, promettendoci già donazioni per un valore di quasi 1500€. E li ringraziamo di cuore. Mancano solo 1500€.

Dona anche tu il tuo contributo!
Segui a questo link https://www.gofundme.com/f/bisceglie-165-no-al-cemento-si-al-parco-costiero le istruzioni per donare quelle che idealmente vorremmo che pensassi come

– 2€ per donare un fiore al parco
– 5€ per donare un cespuglio di salvia e rosmarino
– 10€ per donare un giovane albero
– 30€ per donare un giovane albero e rimuovere un muro di cemento
– 50€ per donare un grande albero
– 100€ per donare un grande albero e la demolizione di un muro
– 150€ per abbattere le idee di cemento e donare un futuro ai figli

Puoi donare anche con bonifico bancario usando questo IBAN IT97G3608105138277945477962. 


La raccolta fondi si chiuderà il prossimo 23 dicembre.
 
Tutte le informazioni sulla raccolta saranno anche disponibili sulla pagina facebook: https://www.facebook.com/bisceglie165parcomare/

Quest’anno Natale vuol dire fare azioni buone e concrete? Sostieni l’iniziativa per proteggere la tua città dal cemento.Se non raggiungeremo la quota di 3000€, purtroppo non potremo presentare il ricorso e useremo i soldi raccolti per azioni di beneficenza  che decideremo pubblicamente insieme. Se raccoglieremo più di 3000€, con la cifra eccedente faremo lo stesso.

Siamo come te, abbiamo nomi e cognomi, siamo di Bisceglie, stiamo facendo questo nel nostro tempo libero e tempo libero non ce n’é per nessuno. Abbiamo messo il nostro tempo, i nostri incontri, i nostri studi, le nostre competenze.

Quest’anno forse mancheranno gli scambi di regali, delizia e croce del Natale, obbligo consumistico. Approfittiamo per fare la nostra piccola donazione per una causa semplice e concreta, che ci fa sentire distanziati per obbligo, ma vicini negli ideali e nelle azioni.

Associazione Ripalta Area Protetta – Pro Natura
Pippo Acquaviva
Grazia Amoruso
Vincenzo Arena
Giuseppe Cappelletti
Antonio Consiglio
Giovanni La Notte
Martino Liuzzi
Gennaro Papagni
Mauro Sasso
Enzo Sciascia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Bisceglie. Droga ed esplosivo in casa: arrestati madre e figlio

Avevano in casa cocaina e hashish, il materiale utile al confezionamento delle dosi di droga, 4mila euro in contanti e in banconote di piccolo taglio oltre a esplosivi sistemati in scatole di cartone nello scantinato. Per questo, una donna di 68 anni e suo figlio di 37 sono stati arrestati dai carabinieri a Bisceglie. Sono […]

Minacce a testimoni, condanne definitive per due ex pm Trani

Sono diventate definitive, dopo che la Cassazione ha rigettato i ricorsi della difesa, le condanne per due ex pm del Tribunale di Trani, Michele Ruggiero e Alessandro Pesce, rispettivamente alla pena di 6 mesi e a 4 mesi di reclusione per concorso in tentata violenza privata. Ora i due magistrati sono in servizio come sostituti […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: