Scelte tragiche e scelte infelici. Cultura, economia e diritti

Si è tenuto, venerdì 11 dicembre, per un’organizzazione dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” (Dipartimento Jonico in “Sistemi Giuridici ed Economici del Mediterraneo: società, ambiente, culture) il convegno della serie Scelte tragiche e scelte infelici. Cultura, medicina, economia e diritti (Le giornate di Medicina e diritto – III edizione) in webinar che ha coinvolto medici, avvocati e docenti.

 

Alle 8:45 l’incontro si è aperto con i saluti istituzionali di Giuseppe Losappio, Salvatore Pisconti, Rinaldo Melucci, Stefano Rossi e Cosimo Nume. Dalle 9:30 si è tenuta la lectio magistralis di Paulo Pinto de Albuquerque (Giudice della Corte europea dei diritti dell’uomo).

 

I sessione – Scelte tragiche, cultura, economia e diritti

 

La prima sessione, condotta da Giuseppe Losappio, ha visto i seguenti interventi: Riccardo Pagano – Die Khere come scelta: il tragico come opportunità; Stefano Cervellera, Carlo Cusatelli, Umberto Salinas – L’analisi quasi-real-time della mortalità tarantina fra emergenza ambientale e Covid-19; Laura Costantino – Le scelte tragiche nel quadro della food security. Approvvigionamento alimentare e interventi regolativi nell’epoca della pandemia; Ivan Ingravallo – Misure di contrasto alla pandemia e bilanciamento tra i diritti umani garantiti dalla CEDU; Ignazio Lagrotta – Scelte tragiche e Covid-19: il valore fondamentale della vita e della dignità della persona umana al cospetto del difficile bilanciamento” tra diritti costituzionalmente protetti; Pamela Martino – Giudicare su scelte tragiche sotto l’egida della CEDU: la funzione extraprocessuale del sindacato di legittimità costituzionale tra civil law e common law;     Pierluca Massaro – Le scelte tragiche nel prisma della tutela della salute in carcere; Paolo Pardolesi – Pandemie e scelte tragiche; Francesco Perchinunno – Scelte tragiche nell’era COVID-19: la tutela del personale sanitario nel quadro dei valori costituzionali; Maria Benedetta Saponaro – L’insostenibile leggerezza del tragico; Adriana Schiedi – Educare alle scelte tragiche nel tempo del COVID-19. La dialettica logos/pathos: per una pedagogia fenomenologica della ragione empatica; Paolo Stefanì – Diritto, religione e scelte tragiche; Laura Tafaro – Il paradigma rovesciato: le scelte non tragiche; Stefano Vinci – Epidemie e scelte emergenziali nell’esperienza giuridica moderna e contemporanea.

 

II sessione – Scelte tragiche, scelte “infelici” e diritto penale

 

La seconda sessione, in pomeridiana, ha visto conduzione e introduzione a cura di Maurizio Carbone con i seguenti interventi: Lucilla Risicato – Mors tua, vita mea, morire con il Covid per l’assenza di posti letto. Profili di responsabilità del “rianimatore”; Giandomenico Dodaro – Mors tua, vita mea, morire con il Covid per l’assenza di posti letto. Linee di fuga della responsabilità lungo la catena di “comando e controllo” della sanità; Marco Scoletta – Covid, risorse scarse e profili di responsabilità dell’ente; Silvia Tordini Cagli – La disattivazione del “supporto vitale” della persona capace di consenso ma non di agire; Beatrice Magro – La disattivazione del “supporto vitale” della persona incapace di consenso e di azione; Vittorio Manes – L’assistenza alla scelta suicidaria della persona capace di consenso ma non di agire.

 

Le conclusioni sono state affidate a Sergio Seminara (presidente AIPDP).

FRANCESCO SINIGAGLIA

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Dalle estorsioni al caporalato, anche la Bat nella geografia criminale disegnata dall’Antimafia pugliese

Sacra Corona Unita, compagini baresi e mafie foggiane. Questo il quadro attuale della “geografia criminale pugliese” articolata in “tre macro-configurazioni criminali” e analizzata nella relazione sulla ‘Diffusione delle varie forme di criminalità organizzata nella Regione Puglia’, approvata dalla Commissione parlamentare Antimafia sul finire della scorsa legislatura e ora resa pubblica. La Sacra Corona Unita è […]

Shoah, Silvestris organizza un momento di commemorazione: “Per non dimenticare”

Stasera giovedì 26 gennaio alle ore 19 in via della Giudecca (alle spalle della Chiesa di San Domenico,nel centro storico) terremo un momento di commemorazione e riflessione sull’olocausto, nella vigilia del giorno della memoria. «Ricorderemo l’orrore della Shoah, la presenza ebraica a Bisceglie e le vicende accadute nella nostra città a seguito delle leggi razziali. […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: