Dall’Associazione “Futuro Anteriore” istanza al Sindaco: modificare progetto di riqualificazione orti urbani

L’Associazione di promozione sociale e culturale di Bisceglie “A31-20FuturoAnteriore”, per mezzo del suo legale rappresentante Alessandra Graziani, nella giornata di martedì 15 dicembre ha protocollato, a mezzo pec e ad attenzione del Sindaco, del Presidente del Consiglio Comunale e Consiglieri Tutti/e  un’istanza, che riportiamo al termine dell’articolo, relativa all’ Intervento 4.3  “Investimenti per la riqualificazione di orti urbani”.

Finalità di questa seconda iniziativa è arrivare alla modifica del progetto esecutivo già approvato, prima che vengano assegnati i finanziamenti per i lavori, ovvero quello di consentire alle varie parti cittadine interessabili, l’opportunità di costruire una progettualità condivisa quanto più vicina al territorio in considerazione al fatto che l’intervento deriva da un’azione pilota nata “dal basso”  che, aveva e ha come prerogativa anche nei suoi sviluppi, cd follow up,  il coinvolgimento a vario titolo del Terzo Settore, auspicando la migliore collaborazione tra tutte le parti, pubbliche e private, nell’interesse esclusivo della Comunità.
Alla C.A. Sig. Sindaco Avv. A. Angarano
Presidente del Consiglio Dott. Casella
e Consiglieri Tutti
Città di Bisceglie
Oggetto: rif. Ns istanza di Follow up su “Interventi di recupero e valorizzazione funzionale del
Parco Urbano di Lama Cappuccini e aree verdi urbane e periurbane destinate a orti-giardini
pubblici. PSR Puglia 2014/2020. Misura 19 Sottomisura 19.2 – Azione 4 – Intervento 4.3” –
PAL PONTE LAMA.
Spett.mi,
con riferimento a quanto in oggetto, certi e fiduciosi che la Massima Assise Comunale nel
rappresentare gli interessi dell’intera Comunità, saprà cogliere in questa nostra condivisione
l’opportunità di un’interlocuzione reale e concreta con esponenti del Terzo Settore che, nella
fattispecie specifica del progetto in questione, hanno promosso fattivamente la possibilità di
prevedere tale intervento a beneficio del Territorio, chiediamo attenzione a quanto segue.
Come già indicato nel protocollo comunale n. c_a883 del 16.06.20 – 0023299 in allegato, il su
richiamato intervento 4.3 (intervento) si è configurato nell’ambito del PAL Ponte Lama a esito di
un’esperienza pilota volutamente condivisa dall’Associazzione Futuro Anteriore (Associazione) con
il GAL Ponte Lama, nell’alveo di un più ampio progetto comunale finanziato dall’ANCI, rispetto a
cui l’Associazione risulta inoltre formalmente titolare del mandato di follow up che ha già di fatto
una sua matrice istituzionale, come risulta dall’Accordo di Partenariato che anche si allega.
Come noto tecnicamente, in materia di progettazione, con il termine follow up si intende l’attività di
monitoraggio e valutazione “finalizzata a massimizzare gli apprendimenti derivati dall’esperienza
maturata”.
Per quanto certamente ineccepibile sul piano tecnico, il progetto esecutivo relativo all’intervento
previsto dall’Amm.ne Comunale e da Essa resoci disponibile, sfortunatamente trascura il piano di
follow up dell’esperienza pilota che nella sua visione pragmatica prevedeva, in maniera ad essa
connaturata, il coinvolgimento del territorio già in fase di progettazione come era stato
nell’esperienza pilota, approccio evidentemente favorevole e fertile quindi culminato nel predetto
intervento.
Per quanto nella legittimità delle scelte effettuate, stante le larghe maglie della misura stessa, così
come strutturato il progetto esecutivo depaupera il senso e la sostanza di un lavoro svolto in maniera
strategica per e con la Comunità che pure ne prese parte tramite la partecipazione di altre
associazioni e imprese sociali.
Quindi, diverso sarebbe stato e sarebbe se negli sviluppi dell’intervento si coinvolgessero le
associazioni cittadine che a vario titolo possono certamente contribuire a migliorare il progetto e,
meglio ancora, la sua reale sostenibilità su diversi piani. Diverso sarebbe destinare parte del budget
complessivo per costi di avvio e/o di gestione. Diverso sarebbe coinvolgere le associazioni locali
nel recupero degli spazi. Diverso sarebbe adottare una visione di programmazione e investimento
anzicchè di sola spesa. Diverso sarebbe assumersi, ancora una volta, la responsabilità di considerare
concretamente il ruolo del Terzo Settore non solo per la sua capacità di dare, ma anche per quella di
innovare, costruire e moltiplicare valore sociale, culturale ed economico, per sé e per gli altri.
Diverso sarebbe individuare preventivamente modalità di collaborazione tra Pubblico e Privato e tra
gli stessi Enti del Terzo Settore per valorizzarne le competenze specifiche utili all’attuazione
dell’intervento, strutturando un livello di coordinamento orizzontale e, quindi, rafforzando l’ottica
di un intervento finalizzato ad accrescere il senso di uno sviluppo locale veramente inclusivo,
intelligente e sostenibile.
L’esperienza pilota, nasceva non già fine a se stessa. L’esperienza pilota ha posto le premesse di
quello che certamente poteva e forse potrà essere. L’esperienza pilota, pur nel suo alveo comunale,
come si usa dire nasceva DAL BASSO e sarebbe, quindi, ben opportuno sia sul piano tecnico che
etico e civico restituirle tale natura parimenti nel suo follow up.
L’esperienza pilota è stata realizzata con soli 10.000,00 euro e ha prodotto un plusvalore di
300.000,00 euro di cui 150.000.00 destinati alla nostra Città a seguito di aggiudicazione del
finanziamento rispetto a cui chiediamo vengano riviste, almeno in parte, le modalità di spesa prima
dell’assegnazione degli appalti per l’esecuzione dei lavori, ovvero di attendere tempi di
convocazione in favore delle varie parti sociali coinvolgibili, prima e non dopo. 
***
Alla C.A. del Sig. Sindaco Avv. Angelantonio Angarano
E chi di competenza
Comune di Bisceglie
OGGETTO: Intervento 4.3 “Investimenti per la riqualificazione di orti urbani” – Rif. misura PAL GAL Ponte
Lama. Accesso agli atti e varie.
Gent. Sig. Sindaco
in riferimento a quanto in oggetto, l’APS A31-20FuturoAnteriore (di seguito l’Associazione), invita
l’Amministrazione a fare Sua l’opportunità di condividere le modalità di sviluppo di detto intervento, al fine
di co-progettare,un’azione capace di soddisfare i criteri di sostenibilità sociale ed economicacome
generativi del progetto e della istanza di finanziamento , con particolare riferimento alle previsioni relative
all’area denominata “Lama Cappuccini – Orto Schinosa”,anche al fine di una coerente programmazione
sinergica con gli ulteriori settingcomunali già individuati per l’attuazione locale della misura in questione.
Come noto, la misura 4.3 del PAL GAL Ponte Lama (di seguito il GAL), deriva da una precedente azione
pilota (“GrInLab”) sviluppata, come agli atti comunali, con il coordinamento dell’Associazione, preposta
anche con funzione di follow up rispetto alle attività già svolte .
A tal fine si prenda nota delle pag. 6 e 7 dell’Accordo di partenariato del progetto ANCI “Io lavoro to push
up talents – CANTIERI BiSMART”.
Nel condividere tale esperienza con una molteplicità di realtà sia locali che di rilievo extracittadino,
compreso il GAL stesso, l’Associazione ha posto in essere,ancorchè in previsione stessa alla
riprogrammazione dell’attuale PAL “Ponte Lama”, un lavoro di cui potesse e di fatto potrà oggi
beneficiare,almeno in parte, per il tramite delle Istituzioni Locali, l’interoambito territoriale del GAL.
In tal senso, l’Associazione chiede di condividere con l’Amministrazione,sin da questa fase preliminare,
direttrici di sviluppo progettualequanto più utili e pertinentiper l’attuazione locale della succitata misura.
Ai sensi della Lg 142/90, si fa pertanto istanza formale di accesso ai seguenti atti amministrativi e/o altra
documentazioneattinente:
1. La proposta progettuale comunale relativa alla misura 4.3 PAL GAL Ponte lama.
2. L’atto di concessione relativo alla gestione del sito “Lama Cappuccini – Orto Schinosa” .
Auspicando la piena collaborazione da parte dell’Amministrazione Comunale, si resta in attesa di tempestivi
riscontri

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlat

Bisceglie, una città diventata come le buche sulle sue strade

Cos’altro deve succedere per far prendere consapevolezza alla città di quanto arrogante e superficiale sia l’atteggiamento di questa amministrazione?. La nomina del Capo di Gabinetto e le sue dimissioni, ancora una volta dimostrano che la politica cittadina portata avanti da improvvisati, che sono alla guida dell’Amministrazione della municipalità biscegliese, sono da censurare poiché tutti  presi dall’interesse […]

Coronavirus, Lopalco: Servono altri sacrifici per fermare il Covid

“Il momento epidemiologico che vive il nostro Paese in questo momento è di forte incertezza. Il famigerato indice Rt è superiore ad 1 praticamente in tutte le regioni. Questo significa che il virus nelle ultime settimane ha continuato a circolare almeno al ritmo delle precedenti e che la pausa natalizia non ne ha certamente frenato […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: