Se ne va Marco Tempesta, 73 anni. Aveva collaborato con “La Diretta”

Muore all’età di 73 anni Marco Tempesta. Era ricoverato in ospedale dal 23 dicembre 2020.

La notizia della sua scomparsa ha lasciato sgomenti tantissimi suoi amici, noi de la Redazione “La Diretta”.
Hai lasciato un buon ricordo. Ricordiamo le serate trascorse e le discussioni filosofiche con Ezio Ferrara ai tempi della “Diretta Nuova “.

Marco Tempesta era nato a Bari il 26 marzo 1948, ha vissuto a Bisceglie e nel 2010 si era trasferito a Minturno (LT) dove viveva e lavorava.
Nel 1969 conseguì il diploma di Perito industriale in fotografia presso l’ITIS ‘G.B. Bodoni di Torino.
Ha lavorato come fotografo professionista prima nel Lazio, poi a Napoli e a Bisceglie, dove era titolare di uno Studio Professionale specializzato in moda e stili fife, fino al 2004, anno in cui lasciò la fotografia commerciale per dedicarsi esclusivamente all’Arte e alla scrittura. Durante la sua carriera professionale sperimentó nuove dimensioni della fotografia, elaborando le immagini in analogico ed esponendo i propri lavori in numerose mostre.
Fu titolare per due anni della Galleria d’Arte ‘Aries Arte’ in Bisceglie, espose con un proprio stand all’Expo Arte di Bari nel 1987. Aveva partecipato a diverse mostre personali e collettive in Italia e in Svizzera.
Pur essendo la Fotografia il suo campo prediletto di sperimentazione, dalla seconda metà degli anni ’80 si dedicò anche alla Pittura, con un suo personalissimo stile.
Pubblicò con la casa editrice G.B.Ferrara, di Bi­sceglie, un suo Romanzo nel 2004, intitolato ‘Una Donna Diversa’.
A complemento della propria attività giornalistica di opinionista sul giornale locale la Diretta Nuova’, pubblicò nel 2006 una raccolta di suoi articoli, intitolandola “Fuckthe system” , applicazioni pratiche di stupidità’.
Pubblicó un secondo romanzo dal titolo “Joëlle”, nel 2008 che fu stampato in proprio.
Il suo interesse per l’astrologia lo condusse ad elaborare un suo personale sistema astrologico di tipo eliocentrico, in cui riversó
40 anni di osservazioni e scoperte.
L’interesse per la metafisica lo portó a sperimentare la telescrittura, con risultati eclatanti, dai quali nacque il libro “All’inizio era il caos”. Ultimamente si era dedicato prevalentemente alla fo­tografìa artistica elaborata in digitale e, in misura minore, alla pittura e alla composizione di musica classica.

Riposa in pace, Marco.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlat

Covid: in Puglia 31 morti e 1.295 positivi (13,57% dei test)

Su 9.540 test per l’infezione da coronavirus sono stati registrati oggi in Puglia 1.295 casi positivi, con un tasso di positività pari al 13,57% contro il 16,58% di ieri. Gli infetti sono 453 in provincia di Bari, 52 in provincia di Brindisi, 130 nella provincia BAT, 292 in provincia di Foggia, 87 in provincia di […]

Covid, focolaio in Rsa di Canosa. In cinque ricoverati a Bisceglie

Sono complessivamente 18 le persone colpite dal coronavirus nella Rsaa fondazione “Oasi Minerva” di Canosa di Puglia (Bt). Si tratta di 14 degenti dei 30 ospitati nella struttura e quattro dei 25 operatori sanitari. “Degli ospiti cinque hanno mostrato i sintomi dell’infezione e sono ricoverati nell’ospedale di Bisceglie, gli altri nove sono stati trasferiti in […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: