Covid, a rischio chiusura tutte le società dilettantistiche pugliesi

Lo sport dilettantistico pugliese è quasi al collasso e decine di società sono a rischio fallimento per colpa della pandemia Covid e l’interruzione di attività e campionati. A lanciare l’allarme oggi sono stati presidenti della Federazione Nuoto Puglia, Nicola Pantaleo, e della Lega Calcio dilettantistica e giovanile Vito Tisci, ascoltati in II commissione consiliare pugliese. “Servono risorse, aiuti e attenzione”, hanno detto i due presidenti. In particolare, la Fin sollecita finanziamenti a fondo perduto per dare una boccata d’ossigeno alle circa settanta società natatorie e chiede una riduzione delle tariffe Aqp per l’acqua nelle piscine. La gestione degli impianti per il nuoto e’ particolarmente onerosa, 30-40mila euro al mese per le strutture più piccole, spese che “non è possibile sostenere”.

Anche il calcio dilettantistico e giovanile è allo stremo: 700 società sono a rischio e 35mila tesserati potrebbero ritrovarsi senza un riferimento. Tutte le attività agonistiche e formative (corsi e scuole calcio) sono bloccate dal 25 ottobre 2020, ha fatto presente il presidente Tisci. Al momento si cercherà di far ripartire a marzo il campionato di Eccellenza, con nuovi protocolli, ma servono fino a 400 euro a settimana per i tamponi antigenici. Da qui la richiesta di contributi straordinari in denaro a favore delle società o anche in materiali: tamponi somministrati dalla sanità pubblica.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlat

Bisceglie alla prova Monopoli, Papagni: “Pronti a dare il massimo”

E’ nuovamente tempo di campionato per il Bisceglie Calcio, impegnato domani, mercoledì 3 marzo, nel derby del “Veneziani” contro il Monopoli, in calendario per la ventottesima giornata (fischio d’inizio ore 20.30). I nerazzurri arrivano al nuovo turno infrasettimanale dopo lo stop interno al cospetto della Juve Stabia, in una gara che ha visto Priola e […]

Gen. Preziosa: la pandemia ha scatenato una guerra economica, ecco chi sta attaccando Usa e Europa

Il vero problema del mondo occidentalizzato è l’inattesa (e inedita) collaborazione tra liberismo e Cina. Insieme – per esempio – sono riusciti a non far rieleggere Trump alla presidenza Usa. Tutto questo nonostante l’economia cinese, complice il Covid, stia mettendo alle corde quella occidentale. Insomma, gli equilibri mondiali, che un tempo pendevano dalla parte degli […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: