«Ora basta, il 14 riapriamo i locali», a Bari la vibrante protesta delle Partite Iva

La prossima forma di protesta si terrà il 14 febbraio, giorno di San Valentino, quando apriranno le loro attività se non arriveranno risposte concrete a tutela del loro lavoro. Sono i gestori di bar e ristoranti, sale ricevimento, discoteche, fast food ambulanti, titolari e dipendenti di palestre, scuole di ballo e artisti, ambulanti, a partite Iva che sono scesi in piazza oggi a Bari.

A organizzare la protesta è stato il “Coordinamento associazioni e gruppi spontanei di partite Iva” della Puglia che ha presentato sette richieste ovvero proclamazione dello stato di emergenza economica. E sono: piano di esenzione fiscale e risarcimenti integrativi per le perdite subite nel 2020, credito di imposta per i fitti pagati nel corso dell’intero 2020, apertura immediata e sostenibile di tutte le attività in sicurezza per lavoratori ed avventori, immediata erogazione delle casse integrazioni in sospeso, inclusione delle attività rimaste escluse dai ristori per mancanza di fatturato storico, eliminazione della distinzione per codice Ateco prevalente. Le richieste sono state inserite in un documento in cui si richiede anche di “tutelare il diritto al lavoro per tutte le categorie travolte dalla crisi e colpite dalle misure restrittive dei Dpcm del Presidente del Consiglio e del ministero della Sanità”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Roma Intangibile presenta “Leonardo Storelli. Una vita per l’Arte”

Lo storico sodalizio di mutuo soccorso “Roma Intangibile” di Bisceglie ha pubblicato un nuovo volume, col patrocinio del Comune di Bisceglie, nell’ambito della collana S.O.M.S. «I Soci raccontano», dal titolo “Leonardo Storelli. Una vita per l’Arte”, scritto dalla cura e dalla passione di Nicolantonio Logoluso, presidente onorario della medesima associazione. Il libro, introdotto dagli interventi […]

Mons. D’Ascenzo nomina e trasferisce molti sacerdoti della Diocesi. Ecco cosa accade a Bisceglie

Mons. Leonardo D’Ascenzo, Arcivescovo di Trani-Barletta-Bisceglie, ha comunicato le nomine e i trasferimenti resisi necessari per il bene comune della comunità ecclesiale. Di seguito quelle che riguardano la nostra città: BISCEGLIE Don Giovanni CAFAGNA lascia l’incarico di Parroco della Parrocchia “San Giuseppe” in Corato ed è nominato Parroco della Parrocchia “San Silvestro” in Bisceglie. Don […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: