Domani la protesta degli operatori sociosanitari precari

Domani, 17 febbraio, a partire dalle 11 dinanzi al palazzo della Regione Puglia, si riuniranno per protestare gli operatori sociosanitari del Sistema sanitario regionale che non hanno visto prorogati i propri contratti di lavoro, nonostante l’emergenza sanitaria. Si tratta prevalentemente di OSS provenienti dalle province di Brindisi (141) e Bat (164).

Mandati a casa alla scadenza dei loro contratti, a differenza di tutti gli altri colleghi delle altre province pugliesi che, in virtù di una indicazione chiara del Dipartimento alla Salute della Regione Puglia, invece hanno avuto una proroga di due mesi per permettere la ricognizione complessiva del precariato ‘stabilizzabile’ con questo profilo.

“Confidiamo fino all’ultimo in un cambio di rotta del governo regionale sull’argomento – ha dichiarato in una nota il segretario generale della Cgil Puglia, Domenico Ficco – anche al fine di evitare sperequazioni tra lavoratori operanti per il medesimo sistema sanitario regionale. Purtroppo, i segnali che arrivano non sono affatto positivi a partire dalla nomina a commissario straordinario da parte di chi ha deciso di disattendere linee strategiche ed operative emanate in tal senso dal dipartimento. La riunione di domani è l’ultimo miglio di una battaglia giocata sul campo politico-sindacale. Se quel campo non darà risposta, sarà chiara finalmente la volontà politica del nostro governatore ed il benservito che sarà riservato a tutti questi lavoratori in prima linea durante l’emergenza sanitaria. Noi non ci fermiamo. Senza risultati la nostra lotta continuerà in tribunale”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Dieci candeline per la ditta Marchese La Stampa Di Classe

La ditta Marchese La Stampa Di Classe nasce il 31 luglio 2011, in via Alcide De Gasperi 92 a Bisceglie, con obiettivo principale la fornitura di una vasta gamma di servizi rivolti alla comunicazione. “Sono stati 10 ANNI di obiettivi mirati, scelte e cambiamenti talvolta audaci. L’anniversario che ci vedrà protagonisti nel 2021 è solo una tappa […]

Stop a pesce fresco, scatta fermo pesca

Stop al pesce fresco a tavola per l’avvio del fermo pesca che porta al blocco delle attività della flotta italiana lungo l’Adriatico. A darne notizia è Coldiretti Impresapesca in occasione dell’avvio del provvedimento che dal 31 luglio bloccherà le attività dei pescherecci dal Friuli Venezia Giulia al Veneto, dall’Emilia Romagna fino a parte delle Marche […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: