Pro Natura torna a parlare di Zona Pantano Ripalta

Dalla Murgia a Ripalta: una connessione Eco-Logica. Tre anni fa organizzammo il più importante convegno per esporre la nostra idea di connettere la costa sud di Bisceglie all’area murgiana, attraversando la Lama di S Croce, alla presenza del nostro Presidente Nazionale prof. Mauro Furlani.

Le battaglie ambientaliste

Questa proposta, ancora attuale e in attesa di realizzazione, è a valle di un lungo percorso ambientalista che parte nel lontano 1999 con la costituzione del Comitato per la Salvaguardia della Zona Pantano Ripalta, il quale portò all’attenzione delle cronache cittadine la questione della tutela e valorizzazione di quell’area. Il Comitato cessò l’attività dopo la bocciatura da parte del Consiglio Comunale dell’istituzione di un’Area Naturale Protetta costiera, richiesta da una petizione popolare che raccolse oltre 2500 firme. Nel 2012 il WWF Puglia si appellò al Ministro per l’Ambiente Andrea Orlando per inserire il Sito di Importanza Comunitaria “Posidonieto S. Vito”, prospicente le Grotte di Ripalta, nell’elenco delle cosidette “Aree di Reperimento” destinate a diventare Aree Marine Protette nazionali. Nel 2013 in un convegno alla presenza del Vice Presidente della Regione Puglia, prof.ssa Angela Barbanente e del Presidente del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, Cesare Veronico fu proposto di connettere la pista ciclabile di Ripalta alla Murgia del nord barese attraverso la Lama di S. Croce. Infine nel 2017 la nostra Associazione ha inviato alla Regione Puglia il progetto, attualmente in attesa di finanziamento, per la realizzazione di una ciclovia che collega l’istituenda Area Marina Protetta al comune di Ruvo, sito nell’area murgiana. Nello stesso anno il consiglio comunale di Bisceglie con Delibera n. 65 del 25/07/2017 approvava il Parco Regionale di Lama S. Croce.

Dal recente passato le indicazioni per il futuro

Un percorso lungo oltre 20 anni, costellato di tante altre azioni importanti che è arduo sintetizzare in queste poche righe, ha dunque delineato il futuro di una vasta porzione del territorio cittadino. In questo periodo è apparso evidente quanto Bisceglie sia ricca di siti di interesse naturalistico e paesaggistico, che nonostante la loro incomparabile bellezza e la loro inconfutabile importanza ecologica non possono essere annessi ad un parco Nazionale. Più realistica è la realizzazione della ciclovia Bisceglie-Ruvo, già approvata dalla Regione Puglia e dai comuni interessati, ma in attesa di finanziamento. Inoltre il consiglio comunale si è già espresso positivamente sulla realizzazione di un parco regionale, più consono alla realtà locale e sulla realizzazione di un parco urbano costiero, previsto dal nuovo Piano Urbanistico. La nostra Associazione ha sempre perseguito questi obiettivi e per questo si è opposta al piano di lottizzazione della Maglia 165 (zona BiMarmi) che vanificherebbe irrimediabilmente tutto il prezioso percorso che ci ha condotto a questi importanti risultati, in quanto è prevista la costruzione di palazzi affacciati sulla futura Area marina Protetta e a ridosso delle Grotte di Ripalta.

Quel che ci conforta è che oggi tanti cittadini e associazioni hanno costituito il Comitato “165. Sì al parco sul mare, No al cemento” che vuole salvaguardare, tutelare e valorizzare l’area costiera a sud di Bisceglie.

Dopo tante battaglie ambientaliste oggi c’è la consapevolezza che le aree di interesse naturalistico del nostro territorio vanno preservate da ogni tentativo di speculazione” – afferma il dott. Mauro Sasso, presidente di Pro Natura – Gruppo R.A.P.. “Tante donne e tanti uomini, cui siamo grati, hanno lottato nelle associazioni ambientaliste e nei comitati per difendere la Zona pantano Ripalta e, grazie al loro impegno, oggi possiamo ancora ammirare lo spettacolo della Natura e possiamo insegnare alle nuove generazioni il rispetto dell’ambiente. Rivolgiamo un appello a tutte le realtà cittadine ad unirsi al Comitato spontaneo e invito tutti a sostenerci con un contributo per il ricorso al TAR contro la cementificazione della BiMarmi, affinchè si realizzi un parco costiero”.

Per aderire: https://www.gofundme.com/f/bisceglie-165-si-parco-su-mare-chi-dice-no

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlat

Crisi, il 10 marzo a Roma sciopero nazionale delle Partite Iva

“L’Italia è il paese europeo con il più alto numero di Partite Iva, ben 4,6 milioni di lavoratori autonomi che lo Stato italiano ha da sempre vessato con tasse inique, utilizzandole come bancomat per sanare le falle delle spese folli dovute alla burocrazia. Una situazione aggravata dall’emergenza sanitaria, con milioni di lavoratori e imprese che […]

Dalla Regione soldi per infrastrutture turistiche, finanziato anche il progetto presentato dal Comune di Bisceglie

Altri 49 Comuni pugliesi, tra cui Bisceglie, potranno vedere finanziati interventi per le attività di promozione e di infrastrutturazione turistica grazie ai 55 milioni di euro approvati nella giornata di ieri dalla Giunta regionale. La variazione di bilancio è stata concertata tra l’assessore regionale alla Cultura e Turismo, Massimo Bray, e il vicepresidente e assessore […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: