L’Alpha Pharma Bisceglie fa la voce grossa in difesa e riprende a vincere

Una partita dall’elevato tenore agonistico. L’Alpha Pharma Bisceglie l’ha fatta sua in ragione di una prestazione di spessore sotto il profilo della personalità e dell’intensità difensiva, conquistando il successo ai danni di una Pallacanestro Molfetta mai doma, costretta a cedere solo in fondo al confronto.

I ragazzi allenati da Gigi Marinelli hanno così messo alle spalle le due sconfitte consecutive in terra calabrese e la reazione di carattere tanto attesa da tutto l’ambiente ha permesso loro di consolidare il secondo posto in classifica nel girone D2 di Serie B Old Wild West in coabitazione con Nardò.

La nona affermazione stagionale dei nerazzurri su tredici incontri di campionato è maturata malgrado le difficoltà oggettive dovute dall’assenza di Edoardo Maresca, e alle non perfette condizioni fisiche di Juan Caceres, alle quali ciascun componente del gruppo ha fatto fronte moltiplicando le energie e gli sforzi per il bene del team.

Protagonista nei primi due quarti l’ispiratissimo Georgi Sirakov, autore di sei triple: i canestri della guardia italo-bulgara, ben imbeccata dai compagni di squadra, hanno spinto l’Alpha Pharma fino al +12, griffato dal perimetro con Vincenzo Taddeo (19-7). Dell’Uomo ha ricucito parzialmente il gap (19-13) ma i padroni di casa, determinati a concedere il meno possibile ai principali terminali offensivi avversari, si sono distesi di nuovo sul +10 (25-15 grazie a un’entrata di Donato Vitale). Molfetta ha provato a riavvicinarsi con l’ex Gambarota (29-25) ma a quel punto Sirakov, implacabile dalla distanza, ha suonato la carica con la partecipazione di Vitale e Fadilou Seck; 10-0 di break e Lions avanti di 14 all’intervallo lungo. In campo per dar manforte anche i biscegliesi Fabio Galantino e Samuele Misino.

Gli ospiti si sono prodotti in un generoso tentativo di rimonta nella terza frazione, vinta 17-8: Bisceglie, sostenuta in termini realizzativi da Matteo Santucci, ha parato il colpo quando Calisi ha trascinato i suoi prima sul -5 (47-42 al 29°) e poi sul -4 (53-49 al 32°). L’apporto del capitano Andrea Chiriatti  e la grande generosità di Juan Caceres, che seppure non al meglio ha lottato come un leone su tutti i palloni rappresentando un esempio per gli altri, ha dato grinta ed energia all’Alpha Pharma per entrare in controllo della situazione nei minuti decisivi della contesa: il resto l’hanno fatto ancora Santucci, Seck con la terza schiacciata della sua partita e lo stesso Chiriatti, che ha firmato il 61-52 chiudendo i giochi. Spazio, nel finale, ad Alessandro Mastrodonato.

 

ALPHA PHARMA BISCEGLIE-MOLFETTA 67-56

Alpha Pharma Bisceglie: Taddeo 8, Sirakov 22, Chiriatti 4, Caceres, Seck 10, Santucci 12, Vitale 11, Galantino, Misino, Mastrodonato. N.e.: Quarto di Palo. Allenatore: Marinelli.

Molfetta: Dell’Uomo 8, Mazic 5, Gambarota 2, Bini 6, Visentin 16, Calisi 13, Serino 6, De Ninno. N.e.: Mezzina, Kodra, Caniglia, Sasso. Allenatore: Carolillo.

Arbitri: Giacomo Fabbri e Dario Di Gennaro di Roma.

Parziali: 23-15; 39-25; 47-42.

Note: usciti per cinque falli Seck, Calisi e Dell’Uomo. Falli tecnici: coach Marinelli, Bini, Seck, Dell’Uomo. Tiri da due: Alpha Pharma Bisceglie 11/27, Molfetta 18/35. Tiri da tre: Alpha Pharma Bisceglie 11/34, Molfetta 4/21. Tiri liberi: Alpha Pharma Bisceglie 12/25, Molfetta 8/9. Rimbalzi: Alpha Pharma Bisceglie 41, Molfetta 38. Assists: Alpha Pharma Bisceglie 15, Molfetta 9.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Serie C, Giudice Sportivo: un turno a Altobello, inibizione fino al 5 maggio per dirigente Capurso

Il giudice sportivo, in merito alle gare della 17a giornata di ritorno, ha squalificato per due turni Mandorlini (Padova); per un turno Aloi (Avellino), Altobello (Bisceglie), Longo (Cesena), Pinto (Giana Erminio), Sainz Maza Lopez (Gubbio), Ricciardi (Legnago), Bussaglia (Livorno), Benassi (Lucchese), Bianchi (Mantova), Zaro (Modena), Cagnano, Cisco (Novara), Pelagatti (Padova), Marchi (Piacenza), Biondi (Sambenedettese), Ilari, […]

L’Alpha Pharma Bisceglie espugna Avellino e finalmente risale la china

Era fondamentale rompere il sortilegio e tornare a vincere. L’Alpha Pharma Bisceglie è riuscita nell’intento con una prova per la verità ancora molto lontana dagli standard e dalle potenzialità che ha saputo esprimere in altre fasi dell’annata, ragione per cui si può e deve essere soddisfatti del successo ottenuto e al tempo stesso ritenere il […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: