Slc Cgil Bat, Luigi Marzano è il nuovo coordinatore del settore della comunicazione

Luigi Marzano, è il nuovo coordinatore provinciale della Slc Cgil Bat, la categoria dei Lavoratori della comunicazione, ovvero tutti gli addetti delle aziende che operano nel settore dell’informazione del sistema radiotelevisivo pubblico e privato, delle telecomunicazioni e delle Poste. Marzano è stato segretario provinciale nella Fp Cgil ed è attualmente componente del coordinamento provinciale e regionale del comparto sanità, ruolo che continuerà a ricoprire in rappresentanza dei lavoratori della sanità, pubblico-privata, del settore socio-sanitario-assistenziale e terzo settore.

“È una sfida che accolgo – dichiara Luigi Marzano – seppur in un momento particolare e difficile del Paese e della categoria territoriale della Slc Bat e per questo ringrazio per la fiducia riposta in me e nella mia lunga attività sindacale, Pino Gesmundo e Biagio D’Alberto, segretari generali della Cgil Puglia e Bat, Maria Luigia Bucci, segretaria generale della Cgil di Bari e i vertici regionali e provinciali della Slc Puglia, Nicola Di Ceglie e Bari-Bat, Vito Battista, oltre che Mimmo Ficco e Ileana Remini della Fp Cgil Puglia e Bat”.

“Molti sono gli impegni e le sfide che ci aspettano e che dobbiamo necessariamente affrontare con forza ed impegno a tutela dei lavoratori del settore che prestano la loro attività sul territorio, a garanzia di servizi importanti per il Paese e per la comunità cittadina. Nell’immediatezza, si sta affrontando la trattativa sul ‘rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro delle Poste’ scaduto da circa tre anni, oltre a questioni che riguardano ipotesi di nuovi modelli e progetti di riorganizzazione aziendali che, elaborati unilateralmente dall’Area Servizi Postali, devono necessariamente coinvolgere le parti sindacali in quanto rappresentative di migliaia di lavoratori. Gli obiettivi su cui lavoreremo saranno senz’altro quelli di valorizzare la contrattazione di secondo livello, favorire tutele e diritti come la sicurezza sul posto di lavoro, a partire dall’immediato coinvolgimento nei piani di vaccinazione del personale particolarmente esposto al pubblico come gli sportellisti e addetti alla distribuzione, ecc.. Saremo da subito in campo con alcune priorità per migliorare la formazione, salvaguardare le politiche attive aziendali e livelli occupazionali”, aggiunge il neo coordinatore.

Oltre al sistema Poste Italiane e Appalti Postali, il sindacato di categoria territoriale Slc Cgil Bat, supportato da un impegno straordinario dei livelli provinciali, regionali e nazionali di categoria e confederali, punta al “reinsediamento del sindacato Slc nella Bat anche migliorando e garantendo maggiori servizi agli iscritti (tutela, assistenza legale e fiscale, attività di patronato, medicina legale, ecc… in tutti quei settori che scontano una crisi epocale, a causa della pandemia, come per esempio gli operatori della cultura e dello spettacolo (cinematografi, teatrali, editoriali, radiotelevisivi pubblico privati, delle telecomunicazioni, ecc.) degli impianti sportivi e foto laboratori, cartai, cartografici e grafici, imprese radio Tv, editorialisti e agenzie di stampa”, conclude Marzano.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Covid: in Puglia 37 morti e 477 positivi, l’8% dei test

Su 5.792 test per l’infezione da Covid-19 sono stati registrati oggi in Puglia 477 casi positivi, con un tasso di positività dell’8,2% (contro il 12,5% di ieri). I decessi sono 37 (ieri 19) I positivi sono cosi’ suddivisi: 100 in provincia di Bari, 34 in provincia di Brindisi, 39 nella provincia BAT, 208 in provincia […]

Nessun consigliere dissociato: la maggioranza risponde, il comunica sottoscritto da tutti

Il comunicato stampa della maggioranza sulle cui adesioni hanno sollevato dubbi i giornali telematici “BisceglieLive” e “La Diretta” era stato condiviso da tutti i 14 consiglieri di maggioranza. Non risulta, pertanto, la notizia di un presunto consigliere di maggioranza che si sarebbe dissociato, anche perché siamo una maggioranza talmente democratica che, è notorio, non c’è […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: