Primo maggio: Sindaco Angarano depone corona alloro monumento Di Vittorio. Un pensiero ai lavoratori della sanità

«Con il segretario di Cgil Bat  Biagio D’Alberto e Vincenzo Posa per la Uil, insieme a una ristretta rappresentanza di Autorità civili e militari, stamane abbiamo deposto una corona di alloro al monumento dedicato a Giuseppe Di Vittorio per commemorare uno dei più grandi esponenti del movimento sindacale italiano e per rivolgere simbolicamente il nostro pensiero, la nostra vicinanza a chi il lavoro lo ha perso in questo anno durissimo, ai commercianti e agli imprenditori che stanno sopportando enormi difficoltà insieme alle proprie famiglie pur di tenere viva la propria attività e a coloro che, pur facendo pesanti sacrifici, l’attività l’hanno dovuta chiudere. A chi è in cassa integrazione, a chi ha un contratto precario ed è preoccupato per il mantenimento del proprio posto di lavoro e il sostentamento della propria famiglia. A chi fatica ad arrivare alla fine del mese. Ai giovani che non per scelta ma per necessità sono costretti ad emigrare e a stare lontani dai propri cari per avere un posto di lavoro, ai ragazzi che hanno conseguito un titolo di studio e faticano ad entrare nel mondo del lavoro». Così il Sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano sulla sua pagina Facebook, in occasione della festa dei lavoratori del Primo maggio.

«Il Recovery Plan sarà vitale rimettere in moto l’economia -ha concluso Angarano-, rivitalizzare le imprese e rilanciare l’occupazione. Ne abbiamo assoluto bisogno. “Senza lavoro non c’è dignità”, Papa Francesco.
Buon 1° maggio di resilienza… e infinitamente  grazie a chi anche oggi è al lavoro, come ormai da oltre un anno, contro il virus… agli angeli impegnati nelle corsie degli ospedali, alle forze dell’ordine, alla Protezione Civile e i tanti volontari in prima linea».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Vittime del terrorismo, Sindaco: «Deposto corone di alloro in via Aldo Moro e in via Martiri di via Fani»

«Il 9 maggio del 1978 fu uno dei giorni più bui della nostra Repubblica. Aldo Moro dopo 55 giorni di agonia fu ritrovato morto in via Caetani. Nello stesso giorno fu rinvenuto il cadavere del giornalista Peppino Impastato a Cinisi». Esordisce così il Sindaco Angarano, che questa mattina ha ricordato le vittime del terrorismo. «Oggi […]

Moro: Galantino (FdI), Battaglie contro terrorismo e criminalità organizzata devono unire, non dividere

Bisceglie, 9 Maggio. “Oggi insieme al Sindaco Angelantonio Angarano per ricordare i fatti di 43 anni quando le Brigate Rosse lasciarono il corpo dell’onorevole Aldo Moro crivellato di colpi in una Renault 4 rossa in via Caetani a Roma. La politica italiana veniva privata, di uno dei più grandi, straordinari personaggi culturali e politici della […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: