Casella: «Non sono uno yes man. Naglieri provi a farmi sfiduciare dalla sua maggioranza»

«Il Presidente del Consiglio comunale garantisce sia la maggioranza che l’opposizione e non può essere di parte nè può essere uno yes man». Ha detto Gianni Casella in un video di risposta alle polemiche innescate in seguito al rigetto degli emendamenti al bilancio del gruppo NelModoGiusto.

«Mi sono candidato a Sindaco per vincere la campagna elettorale e per portare avanti il mio programma. L’ho già detto in passato all’assessore Naglieri e glielo ripeto: se pensa che la nomina di Presidente del Consiglio comunale ricaduta sulla mia persona debba far stare zitto Casella e anche il suo gruppo politico, allora ha sbagliato alla grande. Se pensa che non stia svolgendo un ruolo di garanzia allora chieda alla sua maggioranza di sfiduciare il presidente Casella e di trovare qualcuno disposto a ricoprire il ruolo e a percepire lo stipendio della carica che, ora che è passato un bel po’ di tempo posso dirlo, io devolvo per il 60% in breneficenza».

Casella ne ha anche per il consigliere comunale Francesco Spina che ha chiesto chiarimenti su un possibile accordo pre-elettorale tra il sindaco Angarano e l’allora sfidante al ballottaggio Casella. «Ricordo a Spina che lui ha dichiarato in Consiglio comunale di aver votato al secondo turno per Angarano. Alla gente e alle imprese bisogna dare delle risposte. A loro non interessano queste beghe».

Il video completo può essere visto cliccando su questo link.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Vittime del terrorismo, Sindaco: «Deposto corone di alloro in via Aldo Moro e in via Martiri di via Fani»

«Il 9 maggio del 1978 fu uno dei giorni più bui della nostra Repubblica. Aldo Moro dopo 55 giorni di agonia fu ritrovato morto in via Caetani. Nello stesso giorno fu rinvenuto il cadavere del giornalista Peppino Impastato a Cinisi». Esordisce così il Sindaco Angarano, che questa mattina ha ricordato le vittime del terrorismo. «Oggi […]

Moro: Galantino (FdI), Battaglie contro terrorismo e criminalità organizzata devono unire, non dividere

Bisceglie, 9 Maggio. “Oggi insieme al Sindaco Angelantonio Angarano per ricordare i fatti di 43 anni quando le Brigate Rosse lasciarono il corpo dell’onorevole Aldo Moro crivellato di colpi in una Renault 4 rossa in via Caetani a Roma. La politica italiana veniva privata, di uno dei più grandi, straordinari personaggi culturali e politici della […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: