Ospedale Nord Barese, La Notte richiede audizione: “Iter fermo da un anno”

Si è svolta nella mattinata di lunedì 3 maggio, nella III Commissione (Assistenza Sanitaria, Servizi Sociali) del Consiglio Regionale pugliese, laudizione richiesta dal consigliere dei Popolari con Emiliano” Francesco La Notte, finalizzata a conoscere lattuale stato di avanzamento delliter procedurale circa la realizzazione del nuovo Ospedale del Nord Barese.

Come ricordato dal Dirigente dellArea Tecnica Asl Bt, Ing. Carlo Ieva, e dal Dott. Antonio Sanguedolce, Direttore Generale della Asl Bari, lultima riunione riguardante lOspedale del Nord Barese risale ormai ad un anno fa”, afferma il consigliere proponente La Notte. In quella Conferenza dei Servizi si discusse dellubicazione della struttura e dellindividuazione di un terreno di 20 ettari a cavallo tra i territori di Bisceglie e Molfetta. Da quel momento liter si è fermato e non ci sono state ulteriori riunioni. Ad oggi, non è ancora chiaro quale delle due Asl si dovrà interessare della struttura. Laudizione da me richiesta nasce proprio dalla volontà di riprendere nuovamente la discussione interrotta in quel momento, nella speranza che liter possa quanto prima proseguire”.

La pandemia ha determinato un cambiamento radicale nel modo di intendere la sanità territoriale e nel concetto di presa in carico dei pazienti. Non è accettabile che un territorio così vasto, cerniera tra due province, possa rimanere ancora a lungo sguarnito di un presidio ospedaliero di primo livello. Il bacino di utenza che beneficerebbe dellOspedale sarebbe di circa 230 mila persone residenti nei comuni di Molfetta, Trani, Bisceglie, Ruvo, Terlizzi, Corato e Giovinazzo”, prosegue La Notte. “È oggi più che mai necessaria la stretta collaborazione tra le due aziende sanitarie e tra i diversi Comuni coinvolti per ottenere un presidio ospedaliero realmente in grado di soddisfare i bisogni di cura dei cittadini”.

Nel corso dellaudizione richiesta dal consigliere regionale Francesco La Notte sono intervenuti il Dirigente dellArea Tecnica Asl Bt, Ing. Carlo Ieva, il Direttore Generale della Asl Bari, Dott. Antonio Sanguedolce, il Sindaco di Molfetta, Tommaso Minervini, e il Sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Manifesti anti-abortista in città, “Bisceglie Unita”: «Fatti passare per “sostegno alla maternità”»

Di seguito, il comunicato stampa di Bisceglie Unita, un gruppo di giovani Biscegliesi, che vogliono portare la voce cittadina che vivono ad un livello più alto! Spesso le realtà giovani come la nostra trovano difficoltà nel prendere posizioni, c’è sempre il timore che qualcuno ti possa accostare ad un’area politica, piuttosto che ad un’altra.   […]

Programma satirico anti Ue, Ricchiuti (FdI): solidarietà alla Redazione del programma “Anni 20”, a rischio chiusura»

«Esprimo la mia piena solidarietà alla redazione del programma anni 20 su Rai2 a rischio provvedimenti di chiusura per un servizio satirico anti-UE . La loro “colpa” è stata quella di aver esercitato diritto di critica e pluralismo di informazione. Il PD grida allo scandalo e invoca il bavaglio. Democrazia a corrente alternata». Lo dichiara […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: