Il Parco Giochi per bambini di Piazza Vittorio Emanuele è privo della pavimentazione antitrauma

Il concittadino Tommaso Cioce, con una lettera aperta inviata al Sindaco Angarano e all’assessore alle Manutenzioni Parisi, ha messo la lente di ingrandimento sul parco giochi per i bimbi situato in Piazza Vittorio Emanuele, alla Villa Comunale, mancante della pavimentazione antitrauma.

«Sig. Sindaco -scrive Cioce nella missiva-, voglio portare alla sua cortese attenzione che l’area giochi per bimbi di Piazza Vittorio Emanuele (quella che Lei gentilmente aveva donato alla città a nome Suo personale, con sue risorse finanziarie – (grazie), già dal 1′ giorno di consegna era mancante di pavimentazione antitrauma, adatta al parco gioco, sono quelle in gomma riciclata o gomma sintetica per uso esterno, perché è necessario garantire sicurezza, oltre ad essere antiscivolo, drenanti e atossico, per salvaguardare i bambini dai pericoli che difficilmente sono in grado di individuare.
Attualmente è tutto in terra battuta».
Sono tre gli interrogativi ai quali chiede risposte il signor Cioce:
1)La pavimentazione del parco giochi con materiali antitrauma ed antiscivolo;
2)Vengono effettuate le manutenzioni?
3)Ulteriore obbligo è la revisione periodica dei giochi stessi, viene effettuata?
«Tutto questo serve per mettere in sicurezza il parco giochi, per prevenire infortuni. Stiamo parlando di bambini, io come nonno sono molto sensibile al problema», conclude Cioce.

One thought on “Il Parco Giochi per bambini di Piazza Vittorio Emanuele è privo della pavimentazione antitrauma

  1. Quando leggo questo tipo di commenti, seppur viste con l’ottica di voler esser critiche costruttive (siamo l’intenzione fosse solo quella) penso sempre ai parco giochi che frequentavo durante la mia infanzia con i miei coetanei..la strada per lo più.. o quelli adiacenti qualche parrocchia, non privi di rischi…non sono nonno, sono genitore e mio figlio frequenta quel parco e frequenta molto anche la campagna dove si diverte a giocare con la terra e sporcarsi, perché si loro si divertono anche a sporcarsi le mani di terra..va benissimo il discorso manutenzioni ma per carità ci sono tanti parchi e lasciate che i genitori, gli zii e i nonni scelgano dove far sporcare i propri pargoli o dove farli sentire più protetti, tanto se piove difficilmente ci vedrete al parco.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Roma Intangibile presenta “Leonardo Storelli. Una vita per l’Arte”

Lo storico sodalizio di mutuo soccorso “Roma Intangibile” di Bisceglie ha pubblicato un nuovo volume, col patrocinio del Comune di Bisceglie, nell’ambito della collana S.O.M.S. «I Soci raccontano», dal titolo “Leonardo Storelli. Una vita per l’Arte”, scritto dalla cura e dalla passione di Nicolantonio Logoluso, presidente onorario della medesima associazione. Il libro, introdotto dagli interventi […]

Mons. D’Ascenzo nomina e trasferisce molti sacerdoti della Diocesi. Ecco cosa accade a Bisceglie

Mons. Leonardo D’Ascenzo, Arcivescovo di Trani-Barletta-Bisceglie, ha comunicato le nomine e i trasferimenti resisi necessari per il bene comune della comunità ecclesiale. Di seguito quelle che riguardano la nostra città: BISCEGLIE Don Giovanni CAFAGNA lascia l’incarico di Parroco della Parrocchia “San Giuseppe” in Corato ed è nominato Parroco della Parrocchia “San Silvestro” in Bisceglie. Don […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: