Lunedì ad Andria la “Sagra della Ciliegia” di Turi, Unione Commercio: «E quella di Bisceglie?»

Per esaltarne il senso l’hanno chiamata sagra ma di Sagra pare non abbia proprio nulla. Fa scena quel nome e lo fa per promuovere nella città federiciana non la prelibata ciliegia della vicina città di Bisceglie ma della lontana città di Turi.

Non ci stanno da FIVAP che stigmatizza questa iniziativa esaltata dalle autorità locali federiciane ma  che nulla ha a che fare con il nostro territorio.

Peraltro ancora non è chiaro con quale modalità questa “sagra” dovrebbe svolgersi, addirittura in Piazza Municipio interdetta alle manifestazioni pubbliche per motivi di sicurezza.  Una vendita di ciliegie su suolo pubblico? Allora ne dia spiegazione il dirigente del Suap. Una distribuzione su suolo pubblico di un pre-acquisto o di una prenotazione? Allora ne dia spiegazione il Comando della Polizia Locale.

Comunque sia resta un paradosso il fatto che si voglia addirittura assurgere alla promozione di questo territorio attingendo a prodotti che di questo territorio non lo sono, specie in questo momento di grandissima polemica nazionale proprio sulla vendita delle ciliegie.

L’aggravante è che, a due passi, nella bellissima città di Bisceglie, esiste “La Fabbrica della Ciliegia” e ad Andria non se ne sono ancora accorti. Se questo significa creare sinergie nel territorio della Provincia BT allora stiamo freschi.

Quando la propaganda lascerà il posto all’arte del fare, in silenzio, allora la politica diventerà Politica.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Dieci candeline per la ditta Marchese La Stampa Di Classe

La ditta Marchese La Stampa Di Classe nasce il 31 luglio 2011, in via Alcide De Gasperi 92 a Bisceglie, con obiettivo principale la fornitura di una vasta gamma di servizi rivolti alla comunicazione. “Sono stati 10 ANNI di obiettivi mirati, scelte e cambiamenti talvolta audaci. L’anniversario che ci vedrà protagonisti nel 2021 è solo una tappa […]

Stop a pesce fresco, scatta fermo pesca

Stop al pesce fresco a tavola per l’avvio del fermo pesca che porta al blocco delle attività della flotta italiana lungo l’Adriatico. A darne notizia è Coldiretti Impresapesca in occasione dell’avvio del provvedimento che dal 31 luglio bloccherà le attività dei pescherecci dal Friuli Venezia Giulia al Veneto, dall’Emilia Romagna fino a parte delle Marche […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: