Caso Capristo, a Trani anche una escort per fermare il magistrato che indagava sui politici

Per fermare il Pubblico Ministero che stava indagando su amministratori e politici del territorio, l’ex Procuratore Capo di Trani Carlo Maria Capristo, avrebbe anche ingaggiato una escort.

È quanto riferisce l’edizione di Bari de La Repubblica di oggi 9 giugno. A raccontare la circostanza sarebbe stato il sostituto procuratore Michele Ruggiero, all’epoca dei fatti in servizio a Trani e ora impegnato a Bari. Lo ha detto ai magistrati di Potenza che hanno aperto un nuovo filone di indagine sul sistema di corruzione in magistratura. Le dichiarazioni di Ruggiero -secondo quanto è scritto su Repubblica- sono state confermate anche da due impiegati della Procura di Trani.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Covid: in Puglia 3 morti e 112 positivi, l’1,5% dei test

Su 7650 test per l’infezione da Covid-19 oggi in Puglia sono stati registrati 112 casi positivi (con un tasso di positività dell’1,5%): 17 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 4 nella provincia BAT, 27 in provincia di Foggia, 16 in provincia di Lecce, 42 in provincia di Taranto, 2 casi di residenti […]

Covid. Bari, morto 54enne a 20 giorni dal vaccino: colpito da trombosi venosa e poi da ischemia cerebrale

Sono stati espiantati e donati gli organi dell’uomo di 54 anni morto ieri nel Policlinico di Bari dopo una ischemia verificatasi nei giorni precedenti. Originario di Roma ma residente nella provincia di Bari lo scorso 26 maggio si era vaccinato in Puglia con Janssen. Dopo alcuni giorni era risultato affetto da trombosi venosa, si era […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: