Volley C/F: Indomita Sportilia, supera la Leonessa al quinto set in gara-2 e accede alla “bella” che vale la B2

Schizza bene dai blocchi, poi vacilla e rischia di mandare in frantumi il sogno-promozione, infine si produce in un’autorevole rimonta che le vale l’accesso alla “bella”. Non molla, Sportilia. In fondo a due ore e mezza cariche di tensione e di adrenalina, la squadra biscegliese rimette in equilibrio la serie di finale playoff contro la Leonessa Volley imponendosi al tie-break tra l’entusiasmo dei 200 sostenitori presenti sugli spalti del PalaDolmen, a cui va aggiunta la rappresentanza (50 unità) giunta da Altamura. Per conoscere chi accompagnerà il Fasano (vittorioso in due gare su Castellaneta) nel gran salto in serie B2 occorrerà dunque attendere lo spareggio in programma sabato sul rettangolo dell’istituto “De Nora” (ore 18.30, a porte chiuse).

Sfida disputata in condizioni climatiche proibitive in ragione del caldo asfissiante associato al tasso di umidità parimenti insostenibile che ha messo a dura la tenuta fisico-atletica delle protagoniste nonché la “resistenza” del pubblico. Coach Nuzzi non varia di una virgola il sestetto di partenza affidandosi alla diagonale Lamanuzzi – Dominko, con Nazzarini e De Palo in banda, Ottomano e Di Reda centrali, Massaro libero. Medesimo discorso per il collega di panca Marchisio che punta forte sul collaudato mix tra atlete navigate (la capitana Nuzzi, centrale, l’opposto Fanelli e la laterale Anna Masiello) e ben 4 giocatrici del 2004 (La Penna in regia, Lacalamita al centro, Cuomo libero e Giusy Masiello schiacciatrice, quest’ultima fra le migliori in campo).

Abbrivio perentorio di Sportilia (7-1), certificato dall’ulteriore allungo nel cuore della frazione che porta il margine anche in doppia cifra, preludio al 25-14. La replica altamurana non si fa attendere (20-25, 13-25) e, assieme al temporaneo sorpasso, lancia ombre sinistre sulle chance delle biancazzurre, oltremodo fallose in diversi fondamentali. Nuzzi esorta le proprie ragazze a non cedere, Nazzarini e compagne si destano così dal torpore e governano il punteggio nel quarto set con buona disinvoltura impattando i conti con un secco 25-16. Alla stessa stregua di gara-1, il verdetto è demandato al tie-break: Sportilia acquisisce un discreto vantaggio al cambio di campo (8-4), amplificatosi poi fino al 10-4, ma a questo punto la Leonessa abbozza un disperato tentativo di rimonta accorciando sul -3 (11-8). La provvidenziale sospensione richiesta dalla panchina biscegliese serve a rimettere ordine in taluni meccanismi ponendo le basi per l’eccellente sprint conclusivo di Sportilia, sancito dal 15-10 grazie all’attacco fulmineo di capitan Nazzarini.

Legittima e genuina la felicità del collettivo biancazzurro, che non finisce mai di sorprendere sul piano del carattere e della determinazione, a dispetto degli innumerevoli contrattempi affrontati e superati durante l’anno. Gioia, tuttavia, durata il tempo di una notte, poiché si è già nell’antivigilia del match che può schiudere le porte di una storica promozione.

TABELLINO Campionato di serie C femminile: gara-2 finale playoff

SPORTILIA BISCEGLIE – LEONESSA ALTAMURA 3-2

SPORTILIA BISCEGLIE: Nazzarini, Dominko, De Palo, Ottomano, Lamanuzzi, Di Reda, I. Massaro (L); Roselli, Luzzi (L), Di Pinto, Todisco, Galasso, Losciale. All. Nuzzi.

LEONESSA ALTAMURA: La Penna, Lacalamita, A. Masiello, Fanelli, Nuzzi, G. Masiello, Cuomo (L); P. Massaro, Scalcione, Sardone, Ninivaggi, P. Stallone, R. Stallone, Pellicola (L). All. Marchisio.

PARZIALI: 25-14, 20-25, 13-25, 25-16, 15-10.

ARBITRI: Renna e Filomeno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Coppa Puglia, Virtus Bisceglie in campo giovedì 30 settembre

75 formazioni al via su 82 partecipanti, complessivamente, ai tornei di Prima e Seconda categoria. La ventiduesima edizione della Coppa Puglia partirà giovedì 30 settembre con lo svolgimento delle partite d’andata degli accoppiamenti eliminatori e dei primi incontri dei triangolari in cui le squadre sono state suddivise secondo criteri di vicinanza geografica. La Virtus Bisceglie […]

Sabato 18 settembre il Don Uva Calcio 1971 festeggia i suoi primi 50 anni di vita

La società calcistica biscegliese, nata su iniziativa di alcuni dipendenti della Casa della Divina Provvidenza per far divertire gli ospiti dell’Ospedale Psichiatrico, celebrerà l’importante ricorrenza con una giornata ricca di appuntamenti. Tappa importante della giornata sarà sicuramente l’inaugurazione della mostra fotografica e di cimeli “50 anni di Don Uva Calcio… un sogno divenuto realtà”,successivamente alle […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: