Russo: «Situazione fuori controllo: furti di auto, di targhe, feste private senza autorizzazioni, incendi e scazzottate»

«Stiamo perdendo la nostra identità. Sono davvero in pochi a preoccuparsi del degrado in cui è caduta la nostra Bisceglie». Esordisce così, Alfonso Russo, in un video postato sui suoi canali social in queste ore.

«Stiamo distruggendo la nostra città. E siamo complici tutti quanti. Tutti dicono di voler risolvere le situazioni, ma quando si imbattono in uno di questi la testa viene girata dall’altra parte. Sono uno dei pochi che denuncia gravità, anche rischiando le conseguenze sulla mia pelle». Poi Russo porta all’attenzione dell’opinione pubblica la (mala)vita della movida locale, ricca di indisciplina, alcol e droga: «Questa notte, all’una, sono uscito dalla mia residenza estiva per affrontare un gruppo di giovani che urlava mentre beveva, senza avere un minimo rispetto di chi sta dormendo o di quanti hanno bisogno di riposo perchè prossimi ad affrontare una giornata di lavoro; ma anche di bambini e di anziani che stavano dormendo».

«Stiamo consegnando la città alla delinquenza, Bisceglie è diventata anche terra di conquista: abbiamo ceduto la Casa Divina Provvidenza, abbiamo ceduto delle spiagge, abbiamo registrato cambi di proprietà di alcune attività commerciali sul “Corso”. In pochi anni abbiamo messo in ginocchio l’economia biscegliese. Sono rimasti in piedi, e non so ancora per quanto altro tempo, qualche coraggioso ristoratore, alcuni confezionisti e alcuni giovani imprenditori che lottano ogni giorno per la sopravvivenza».

Seguono stoccate al Sindaco: «Sono pronto ad un confronto con Angarano. Non può continuare a fare il Sindaco dei selfie. Foto al “Rettifilo”, che stiamo distruggendo e facendo diventare pietoso; due foto sul porto turistico e sulla bandiera blu. Gli chiedo: gli effetti benefici di questi selfie quali sono? Se le attività commerciali, che sono l’indotto economico della nostra città, si trovano di fronte a questo stallo, nessun imprenditore verrà ad investire a Bisceglie. Solo questa notte abbiamo registrato gravi episodi di criminalità: furti di auto, furti di targhe, incendi tossici di probabile natura dolosa, una mega scazzottata alla Misericordia, feste “abusive” senza autorizzazioni in ville private, fuochi d’artificio a tutte le ore della sera e della notte. Fa perdere la pazienza prendere atto che nessuno fa niente per far cambiare rotto a questo paese. E non possiamo neanche prendercela con le forze dell’ordine in quanto, poverini, sono costretti a vigilare su una città molto estesa e con circa 60mila abitanti con organici composti da pochissime unità».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Spina: «Una nuova tassa in vista voluta da Angarano»

«Angarano, durante l’ultima seduta del consiglio comunale: 1) abbiamo tardato volutamente l’erogazione dei fitti casa già trasferiti a noi dalla Regione perché quest’anno abbiamo già dato molto alle fasce indigenti. 2) abbiamo perso 2 milioni di euro per lo sfangamento del porto perché non abbiamo fatto per tempo le analisi del fondale. 3) abbiamo perso […]

Nuovi presidi di legalità nella Bat, Galantino (FdI): «Ora certezza della pena»

“Ieri mattina ho partecipato alla cerimonia di inaugurazione della Questura e dei Comandi Provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza: tre nuovi e fondamentali presidi di legalità per la B.A.T., punto di riferimento imprescindibile per tutte le dieci città della provincia”, dichiara l’On. Davide Galantino, Delegato D’Aula e membro della IV Commissione Difesa; “Finalmente, […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: