Conclusa con successo la “Festa della Cultura” a Villa Consiglio

Si è conclusa in bellezza, presso la stupenda Villa Consiglio, la festa della cultura, “Come Sorse il Sole”, che prende il nome dai versi della poetessa americana, Emily Elizabeth Dickinson.

L’iniziativa che ha ottenuto un grande successo, è stata organizzata grazie alla brillante dottoressa Stefania D’Addato, presidente de “La Città Possibile”. Già assessore alla cultura, la D’Addato, ha messo in pratica la sua eccellente esperienza, curando la manifestazione di cinque giorni, con dovizia e nei minimi particolari, nella storica villa, riuscendo ad incentrare le numerose eccellenze biscegliesi.

“I racconti di Ulivo di Enzo Morelli”, è stato il tema sul quale si è discusso nell’ultima serata, le olive infatti, sono uno dei prodotti che rappresenta meglio la nostra regione, non a caso chiamato l’ oro di Puglia. Molti di questi alberi secolari e dalle forme bizzarre, hanno catturato l’attenzione dello stimato artista Morelli.

Le sue opere, hanno già ottenuto l’apprezzamento del pubblico e della critica, durante una precedente esposizione, presso il Museo Diocesano di Bisceglie diretto dall’ avv. Giacinto La Notte. In quell’ occasione, altri artisti di paesi limitrofi, ebbero un grande successo, come il prof. Luigi Basile, già insegnante presso il Liceo Artistico di Corato.

Nel corso della serata, si è svolta una mostra di pittura e presentazione del libro di Enzo Morelli, edito dalla Secop Edizioni.  Sono seguiti gli interventi della dott.ssa Stefania D’Addato, Cettina Fazio Bonina, Presidente di “ Porta D’Oriente” e Peppino Piacente della Secop Edizioni. Un piacevole intermezzo musicale, è stato curato dai bravissimi Vito Nacci (flauto) e Antonella Pecoraro (Arpa).

Erano presenti anche alcuni autori quali Antonio V. Gelormini, Luca De Ceglia, Zaccaria Gallo, Piero Fabris, Agostino Picicco, e Marino Pagano. La manifestazione è stata molto apprezzata nelle serate precedenti, la prima delle quali svoltasi il 27 Luglio, è stata intitolata: L’ Amor che Muove il Sole e l’Altre Stelle” teatro poesia e musica, dedicati al sommo poeta Dante Alighieri, ( cui ricorre quest’ anno, il 700 esimo anniversario della sua morte) con l’ introduzione teatrale a cura dell’ avvocatessa Maria Giulia Dell’ Olio.

Molto apprezzati dal pubblico, sono stati gli interventi dell’ attore Giancarlo Attolico e la collaborazione del Gruppo Imago con la presidente Antonia Barba, Maria Giulia dell’ Olio e Katiuscia Nazzarini, Giusy Zecchillo, Anna Maria Lozito, Chiara Scarcelli il piccolo Davide Amoruso nella parte di Caronte e l’ intervento musicale a cura di “Toto Corde String Quartet”, violini Brigida Mattiace e Alessia Porcelli, Viola Simonetta Noviello,Violoncello Maddalena Licino.

L’ osservazione della volta celeste è stata curata dal dott. Giuseppe Troilo, presidente dell’ Associazione Trekking Astrofili Physis Bisceglie e Alessia Ulivieri.

La poesia è stata predominante grazie ai poeti: Leonardo Cosmai, Katiuscia Nazzarini, Bruno Caravella, Ester Basile, Zaccara Gallo, Marta Maria Camporeale, Antonia Barba, Pietro Casella, Liliana Salerno, Maria Giulia dell’ Olio, Onofrio Arpino, Pasquale Stipo e la voce recitante del poeta Franco Carriera.

La seconda serata è stata dedicata a: “Pompeo Sarnelli tra storia e letteratura nella Bisceglie Seicentesca” all’ interessante conferenza, è intervenuto Pasquale Stipo su: “ l’Impegno sociale di Pompeo Sarnelli e di fra Vincenzo Maria Orsini, un’ amicizia e una pastorale a prova di tempo”, il quale ha evidenziato la serietà del vescovo, affinché la popolazione evitasse di prendere strade errate.

L’architetto Giovanni Di Liddo ha relazionato su: Sarnelli estimatore e restauratore, dove ha svelato molti segreti sulla storia locale, catturando l’attenzione del pubblico, quali la scomparsa di 32 chiese nel centro storico, i reali motivi per cui alcune vie venivano chiamate in quel modo e mettendo in rilievo l’ attività fiorente del vescovo Sarnelli, attraverso i numerosi cantieri, per rendere più bella la nostra città.

Il presidente dell’ Archeoclub di Bisceglie Luigi Palmiotti, ha discusso sul tema: “Sarnelli tra storia e letteratura”, mettendo in risalto, le numerose qualità del prelato, grazie alla sua grande cultura, ha pubblicato numerose opere, oggi molto ricercate, ritenute dei veri gioielli, per gli amanti della letteratura.

All’ incontro è intervenuto anche l’ Arcivescovo Monsignor Giovanni Ricchiuti, vescovo di Altamura, Gravina e Acquaviva delle Fonti, il quale si è soffermato sulla storia del Sarnelli, cui gli è stata dedicata, anche la biblioteca locale.

Il concerto “ La Musicale degli Affetti” è stato curato da Lisa Sasso (contralto) e Antonio Dell’ Olio ( chitarra ) esibizione molto apprezzata, con musiche di John Dowland, Giulio Caccini, Alessandro Scarlatti e Giacomo Carissimi, trascritte da dell’ Olio per chitarra e voce di contralto.

La mostra di pittura, è stata allestita dal brillante artista biscegliese, Giuseppe Colangelo.

Nella serata di Giovedì 29 Luglio, si e discusso di: “ Le eccellenze musicali biscegliesi: Gaetano Veneziano e Sergio Nigri” Conferenza concerto a cura di Luigi Palmiotti ( Archeoclub di Bisceglie) e Antonio Dell’Olio ( conservatorio di musica di Salerno). Quest’ultimo ha fatto notare come in alcuni dipinti, venissero raffigurati dei libri di musica.

Diventati poi oggetto di relazione e di un’opera letteraria, dello scrittore e poeta Franco Leone in: “ Caravaggio Poesia della Luce” già apprezzato durante il suo Premio Sergio Nigri. Il concerto è stato curato da Vito Nacci (flauto) , Duo Diecicorde Alfonso Mastrapasqua (violino) e Antonio Dell’ Olio ( chitarra ) Nella serata di Venerdì 30 Luglio, si è discusso su: “Michele Lufrano, il maestro della letteratura bandistica. La banda, la sua evoluzione e le tecnologie” presentazione del libro a cura di Benedetto Grillo.

Sono intervenuti Nicola Scardicchio del Conservatorio di Musica di Bari, la presidente de La Città Possibile dott.ssa. Stefania D’Addato e Maria Giulia Dell’ Olio. L’esibizione del concerto è stato curato dal premiato Gran Concerto Bandistico della città di Bisceglie condotto dal maestro Benedetto Grillo, direttore dell’ Orchestra “I fiati” di Bisceglie e Paolo Lopolito. Si ringraziano i musicisti della banda Biagio Abbate per la loro performance.

Durante le cinque serate culturali, sono intervenuti personalità illustri quali i consiglieri regionali Francesco La Notte e Mauro Vizzino presidente della commissione sanità, i consiglieri comunali già sindaci di Bisceglie Francesco Spina e Francesco Napoletano, l’Assessore Regionale alla Pubblica Istruzione Sebastiano Leo, che ha portato i saluti del Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e l’Assessore Regionale al Personale Giovanni Francesco Stea .

Presenti anche il rettore della Cattedrale Don Giuseppe Abbascia, il Presidente della Provincia BAT , Bernardo Lodispoto e Pino Monopoi, della Confraternita dei Santi Patroni. Congratulazioni alla dottoressa Stefania D’Addato e a tutti i suoi collaboratori, per l’ encomiabile lavoro svolto, nell’ organizzazione di una manifestazione di grande importanza, per la città di Bisceglie.

Antonella Salerno

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Alle Vecchie Segherie la serata di Solidarietà per l’ANT e la Coop. Uno Tra Noi, con poesie tratte dal libro “Pedòte de paróle du córe”

A Bisceglie il giorno 24 settembre 2021 ore 19.30 presso le Vecchie Segherie Mondadori Store/Mastrototaro food, Via Porto 33, tel.080 809 1021 info@vecchiesegherie.it, si terrà la serata di Solidarietà per l’ANT e la Coop. Uno Tra Noi, con presentazione e declamazione di poesie tratte dal libro “Pedòte de paróle du córe” del MdL Demetrio Rigante […]

Fondazione “Angelo Cesareo”, “I fantastici quattro” a Serra Petrullo (Ruvo). Sessant’anni di una mitologia fantastica

A sessant’anni dalla pubblicazione del primo albo dei Fantastici Quattro, la Fondazione “Angelo Cesareo”, onlus di Ruvo di Puglia, da venerdì 17 settembre a domenica 19 settembre, per tre giorni, promuove, a Serra Petrullo, vicina contrada premurgiana della città, nella sua ampia sede su un altopiano a circa 350 sul livello del mare, e da […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: