La denuncia di un cittadino: il giardino botanico trasformato in sala ricevimenti, qualcuno intervenga

Di seguito riportiamo, integralmente, il testo di una “Lettera al Direttore” pervenutaci da un residente in via Ariosto, a Bisceglie. Scrive il signor Mastrapasqua, denunciando situazioni “singolari” registrate nelle ultime settimane nel Giardino Botanico, fino a una vera e propria serata danzante, protrattasi ben oltre l’orario consentito. Il signor Mastrapasqua, proprio in riferimento a quest’ultimo episodio che ci segnala, ha inviato in redazione anche un video-testimonianza che documenta quanto denuncia, che, però, abbiamo ritenuto di non divulgare in quanto mostra anche minori intenti a ballare nel giardino.

Sono un residente di via Ariosto, e non sono solito fare comunicati di questo tipo, ma dopo aver segnalato il tutto al sindaco e alla polizia locale (con risultati inesistenti), mi vedo costretto a rivolgermi ai giornali.

Scrivo per segnalare una situazione spiacevole che da tempo si perpetra nel giardino botanico veneziani.
L’associazione muvt che lo gestisce ha trasformato questo meraviglioso giardino in una casa della perdizione.
Ogni settimana c’è un via vai di ragazzini ubriachi dal giardino (hanno licenza per vendere alcolici?) , e nello stesso tempo musica alta fino a notte inoltrata, anche quando non sono previsti eventi.
Il fondo è stato toccato l’altro ieri, 18 agosto quando il giardino si è trasformato in una sala ricevimenti, con decine di persone in abiti eleganti, musica e festeggiamenti che sono andati avanti ben oltre l’orario consentito.
Noi cittadini siamo costretti a fare tamponi, mostrare green pass, o nei casi peggiori chiudere le nostre attività per via del covid, loro si permettono di fare feste private in barba ad ogni norme fiscale e sanitaria.
Com’è possibile tutto questo? Sono per caso i soliti amici del Sindaco visto che lo stesso è stato spesso loro ospite?
Una cosa è certa, noi cittadini e residenti siamo stanchi di avere degli incoscienti untori nel quartiere.
Mauro Mastrapasqua
(Nota della redazione) A proposito di questa vicenda, va precisato che feste private di questo genere e al di fuori degli orari di apertura, si tengono molto di rado, mentre la gestione del giardino botanico è affidata all’associazione Mosquito Aps e non all’associazione Muvt. I responsabili dell’associazione Mosquito hanno informato la redazione che sarà inoltrata una lettera di richiamo all’associazione Muvt per quanto accaduto.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Marinaio biscegliese accusa malore su peschereccio, salvato in tempo da Capitaneria di Porto e 118

Intervento provvidenziale, questa notte, della motovedetta della Guardia costiera di Ortona (Chieti) e del personale del 118 di Chieti, che appena dopo la segnalazione di un peschereccio in navigazione, hanno immediatamente prestato soccorso ad un marittimo colto da un malore. “Erano le 3.30 quando il comandante di un peschereccio di Bisceglie (provincia di Barletta-Andria-Trani), ma di base […]

Covid: in Puglia 175 nuovi casi e 5 decessi

Oggi in Puglia sono stati registrati 13.482 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e 175 casi positivi: 47 in provincia di Bari, 8 nella provincia di Barletta, Andria, Trani, 5 in provincia di Brindisi, 24 in provincia di Foggia, 56 in provincia di Lecce, 28 in provincia di Taranto, un residente fuori regione e 6 […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: