Green pass. Ricchiuti (FdI): sostituire lavoratori nelle piccole aziende? Da governo barzelletta

“‘Le imprese con meno di 15 dipendenti potranno sostituire i lavoratori sospesi perché non in possesso del green pass per un totale di 20 giorni in due tranche da 10, fino al 31 dicembre’. Questo prevede il decreto legge che estende il green pass. Sembra una barzelletta ma non lo è, piuttosto rappresenta la distanza siderale tra il governo e la maggioranza che lo hanno approvato ed il mondo delle piccole imprese. Tutto questo inizia a diventare molto inquietante se la ripresa del Paese è delegati a queste persone. Nelle imprese con meno di 15 persone, non ci sono numeri da sostituire ma persone. Molte di queste sono figure altamente professionali, praticamente insostituibili se non con una lunga formazione e molto tempo investito ad insegnargli il mestiere. Altro che tranche da 10 giorni. Un lavoratore capace e professionalmente formato non aspetta qualcuno che lo chiami per qualche giorno, è già super richiesto dal mercato. Operai specializzati e artigiani non sono interscambiabili. Per il governo e la maggioranza un dipendente (soprattutto nelle piccole aziende) e un furgone che vai a prendere a noleggio quando ti serve, praticamente sono la stessa cosa”.
Lo dichiara Lino Ricchiuti, viceresponsabile del Dipartimenti Imprese e mondi produttivi di Fratelli d’Italia.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Amendolagine tra i firmatari 5Stelle de “Non ci si può fidare dei partiti?”

ecentemente, il quotidiano Repubblica ha riportato che il Presidente della Regione Puglia Emiliano,  durante un incontro pubblico, ha inteso “confermare ancora una volta che non ci si può fidare dei partiti, che avevano approvato all’unanimità la reintroduzione di quella indennità in consiglio regionale” (si riferiva alle diverse decine di migliaia di euro che i consiglieri […]

M5S e Fdi, nei pronto soccorso grave carenza medici. Anche nell’Ospedale di Bisceglie

I pronto soccorso pugliesi rischiano “di restare senza medici” e già dal mese di novembre ne potrebbero perdere circa 200. E’ quanto sostengono, in due comunicati diversi, la capogruppo del M5S in Consiglio regionale della Puglia, Grazia Di Bari, e il consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Francesco Ventola. Di Bari ha depositato un’interrogazione urgente rivolta […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: