Anche due artisti biscegliesi alla residenza artistica “Inferno a Serra Petrullo” di Ruvo

La Fondazione “Angelo Cesareo” di Ruvo di Puglia comunica l’apertura della residenza artistica intitolata “Inferno a Serra Petrullo”, nata da un’idea del suo presidente Nicola Cesareo, condivisa, sviluppata e curata da Pietro De Scisciolo, responsabile dell’area Arti Visive.
Dall’1 al 3 ottobre, in contrada Serra Petrullo, undici artisti del panorama pugliese – già con un significativo percorso artistico-professionale alle spalle – saranno impegnati nella realizzazione di progetti, installazioni site-specific e sculture attinenti il tema prescelto, al fine di promuovere una radicale, collettiva e personale riflessione su alcuni capitoli, figure e versi dell’Inferno di Dante, nell’anno in cui ricorre il settecentesimo anniversario della morte del Sommo Poeta.
Sviluppando coerentemente gli scopi statutari e progettuali della Fondazione, le opere dialogheranno con il paesaggio circostante, Serra Petrullo, e l’annesso casale ottocentesco, per valorizzare le risorse paesaggistico-culturali del territorio murgiano e per sperimentare altresì percorsi ed intrecci multidisciplinari e performativi.
La manifestazione è aperta al pubblico e sono previste, durante la residenza, concerti itineranti, mostre, laboratori e letture. Venerdì 1 ottobre, in prima serata, sarà presentato il catalogo, primo volume della collana “Alma Musae”, della precedente edizione dal titolo ”ECHI, Silenzi e Visioni” con contributi critici di Michela Laporta (curatrice e storica dell’arte esperta di contemporaneo) e di Rosalinda Romanelli (docente di Storia dell’Arte Medievale presso l’Accademia di Belle Arti di Bari). Le stesse avranno il compito di Visiting Curator, coadiuvando gli artisti nella tre giorni, interagendo e confrontandosi con loro per mettere a fuoco gli aspetti più significativi di ciascuna opera.
Gli artisti in residenza sono Flavia Carolina D’Alessandro, Vincenzo De Sario, Pietro De Scisciolo, Pietro Di Terlizzi, Stefano Faccini, Vito Maiullari, Cristina Mangini, Marco Mariano, Mauro Antonio Mezzina, Federica Claudia Soldani e Claudia Venuto.
Durante l’evento si proporrà e si promuoverà anche l’adozione, in forma di comodato d’uso, di alcune installazioni da parte di enti pubblici e privati, nonché scuole e aziende, al fine di favorire, in luoghi pubblici o aperti al pubblico, l’opportuno sviluppo di permanenti e virtuosi circuiti fruitivi tra arte e città, arti visive e cittadini.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Vecchie Segherie Mastrototaro: venerdì 29 ottobre Cronache di indignazioni annunciate Le bambine e i bambini dimenticati dalla Siria all’Afghanistan

Cronache di indignazioni annunciate. Le bambine e i bambini dimenticati dalla Siria all’Afghanistan. Si intitola così l’evento in programma venerdì 29 ottobre alle ore 19 alle Vecchie Segherie Mastrototaro (via porto, 35) a Bisceglie, conversazione con il portavoce di Unicef Italia, Andrea Iacomini. Modera il giornalista de “la Repubblica” Giuliano Foschini. “Di ritorno da una importante […]

Grande successo per Simonetta Agnello Hornby alle Vecchie Segherie Mastrototaro di Bisceglie

La sala gremita e il pubblico che pur di seguire la presentazione si è posizionato all’esterno della libreria. Grande successo per la presentazione del nuovo libro Punto Pieno, I Narratori Feltrinelli, di Simonetta Agnello Hornby che si è svolta ieri alle Vecchie Segherie Mastrototaro.  La scrittrice, che ha fatto tappa a Bisceglie dopo le presentazioni a Roma e Milano […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: