Di Leo (Bisceglie d’Amare): “Bisceglie: A.A.A. democrazia cercasi”

«Come ben sappiamo, le ultime settimane sono state politicamente vivaci. I numerosi tentativi di referendum stanno animando le piazze italiane e sui social non si parla d’altro. Eppure, anche in questa circostanza, Bisceglie non emerge positivamente».
Esordisce così Marco Di Leo, già candidato alle amministrative del 2018 nella lista civica Bisceglie D’Amare.
«La nascita di un qualsiasi iter referendario è una festa per la democrazia. Ritengo sia utile ribadire un concetto quale la libertà di voto, affinché sia dato il giusto spazio alle proprie idee e ai propri principi morali. Purtroppo, la classe dirigente politica locale non ha dato il giusto spazio ai vari dibattiti, rintanandosi, come pachidermi in cristalleria, in un silenzio che protegge dai pericoli del consenso su temi così divisivi. Tuttavia, va data ai cittadini la possibilità di esprimersi contrariamente o favorevolmente: è la base dello Stato di Diritto.
Riferendomi, in particolar modo, al referendum sulla cannabis, vorrei evidenziare la presenza di Bisceglie nella lista dei comuni inadempienti, che non hanno ancora inviato le certificazioni di iscrizioni alle liste elettorali di coloro che hanno sottoscritto la campagna referendaria.
Le firme, assieme alle certificazioni, andrebbero depositate alla Suprema Corte di Cassazione entro il 30 settembre. Sarebbe un peccato se fossimo privati di votare contro o a favore di un provvedimento a causa di errori o lentezze burocratiche della macchina amministrativa». Continua Di Leo.
«Siamo ben consapevoli di come non sia tutto imputabile all’errore umano. Tuttavia, ritengo sia giusto chiedersi se l’amministrazione stia facendo tutto quello che è in suo potere per rimediare al problema. Rimaniamo in vigile attesa, certi di una risposta celere nei fatti e nelle intenzioni». Conclude Di Leo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Amendolagine tra i firmatari 5Stelle de “Non ci si può fidare dei partiti?”

ecentemente, il quotidiano Repubblica ha riportato che il Presidente della Regione Puglia Emiliano,  durante un incontro pubblico, ha inteso “confermare ancora una volta che non ci si può fidare dei partiti, che avevano approvato all’unanimità la reintroduzione di quella indennità in consiglio regionale” (si riferiva alle diverse decine di migliaia di euro che i consiglieri […]

M5S e Fdi, nei pronto soccorso grave carenza medici. Anche nell’Ospedale di Bisceglie

I pronto soccorso pugliesi rischiano “di restare senza medici” e già dal mese di novembre ne potrebbero perdere circa 200. E’ quanto sostengono, in due comunicati diversi, la capogruppo del M5S in Consiglio regionale della Puglia, Grazia Di Bari, e il consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Francesco Ventola. Di Bari ha depositato un’interrogazione urgente rivolta […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: