Da immobili abbandonati a struttura per persone con disabilità, consegnati i lavori nel centro storico

Il Comune di Bisceglie ha consegnato i lavori per la riqualificazione e rifunzionalizzazione di tre immobili del centro storico di Bisceglie in stato di completo abbandono e degrado per la realizzazione di una “Comunità alloggio” per persone con disabilità utilizzando un importo di 1.830.000 euro di risorse regionali.

“Prosegue l’attività strategica di recupero e rigenerazione complessiva del nostro centro storico”, ha commentato il Sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano. “Grazie a questo intervento altri tre immobili potranno essere trasformati da ruderi e ricettacolo di rifiuti in una struttura dal marcato fine sociale in cui fornire assistenza a persone con disabilità di varia entità, con particolare attenzione alle persone prive di riferimenti familiari. Questo consentirà di dare risposte ad una reale e crescente esigenza della popolazione, il cosiddetto ‘dopo di noi’, ovvero il futuro delle persone con disabilità dopo la morte di parenti che possano prendersi cura di loro”.

“Per questo”, ha continuato il primo cittadino, “la valenza del progetto è molteplice: far tornare a nuova vita immobili abbandonati rispettandone l’antico impianto, consentire l’integrazione di persone in difficoltà, proseguire l’opera di recupero urbano del centro storico, con evidenti ricadute sociali su tutto il borgo antico. I lavori in corso alla biblioteca comunale e al teatro Garibaldi, i lavori imminenti per la riqualificazione di piazza Margherita, la nuova illuminazione che valorizza gli immobili storici e consente di avere maggiore sicurezza, i provvedimenti per limitare la presenza di veicoli e garantire maggiore ordine, il recupero e la rifunzionalizzazione graduale e costante di immobili, il sostegno di iniziative culturali, sono tutte tessere che si inseriscono in un unico mosaico: far vivere sempre di più il nostro centro storico, riconquistare terreno giorno dopo giorno riducendo il degrado e l’abbandono che possono essere terreno fertile per la criminalità. Rendere sempre più vivibile, accessibile, accogliente e sicuro il nostro centro storico favorisce gli investimenti privati ed è funzionale in chiave turistica, visto il ruolo strategico che la nostra Città vecchia, con tutte le sue bellezze, trait d’union tra centro urbano e porto, ricopre anche in questo ambito”, ha concluso il Sindaco Angarano.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Emergenza alimentare, Spina: «Escluse molte famiglie bisognose»

«Si corregga il bando per l’emergenza alimentare e si tutelino le persone più fragili senza dare priorità a chi risulta detentore di regolare contratto di locazione o mutuatario con garanzie economiche più solide. Nei giorni di festa viene spontaneo il pensiero a coloro che si trovano in situazioni di difficoltà. Almeno quelle di natura economica […]

Elezioni Regionali, altro colpo di scena: il Consiglio di Stato congela la surroga dei nuovi eletti

Il Consiglio di Stato ha sospeso l’efficacia dei provvedimenti con i quali il 1 dicembre scorso, a un anno dalle elezioni regionali in Puglia, il Tar aveva ridisegnato il Consiglio regionale, stabilendo che al posto di Mario Pendinelli (Popolari con Emiliano) e Peppino Longo (Con), sarebbero entrati in Consiglio Antonio Paolo Scalera (La Puglia Domani) […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: