Articolo su ‘bufale contro vaccini morbillo’, condannato giornalista Scagliarini de “La Gazzetta”

Pubblicò un articolo che attribuiva alla associazione Condav (Coordinamento nazionale danneggiati dal vaccino) la “diffusione di notizie non documentate e non rispondenti a verita’” sugli effetti dannosi e anche mortali del vaccino contro il morbillo.

“Puglia, tutte le bufale dei contrari al vaccino” è il titolo dell’articolo pubblicato il 22 aprile 2017 con riferimento al quale il Tribunale di Bari ha condannato a 6 mila euro di multa (pena sospesa) il giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno Massimiliano Scagliarini, noto a Bisceglie per essere intervenuto con articoli a sfondo giudiziario sull’ex Sindaco Spina, e l’allora direttore responsabile della testata Giuseppe De Tommaso per diffamazione ai danni dell’associazione e di un suo delegato, Attilio Francesco Aiello, chiamato a relazionare durante una audizione in Consiglio regionale sull’obbligo vaccinale per il morbillo.

Nell’articolo il giornalista aveva scritto che «non è vero che la mortalità da vaccino esiste ed è certificata» e che Aiello in audizione si era proclamato «vittima dei vaccini».

L’articolo era pubblicato insieme con una intervista sull’argomento a Roberto Burioni, nella quale il virologo definiva “avvoltoi” quei “medici delinquenti che hanno inculcato nella gente la falsa idea secondo cui certe malattie sono dovute ai vaccini”. “Ritengo che il segnale sia gravissimo , soprattutto in un momento storico come questo – commenta il cronista condannato -. Se il ruolo dei giornalisti è fare informazione per la salute della gente, questo ruolo non può essere messo in discussione (anche) da sentenze penali”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Vendevano mascherine cinesi senza indicazioni in italiano, nei guai due farmacie (una di Bisceglie)

Mille mascherine irregolari. È quanto hanno scoperto i carabinieri del Nas di Bari nell’ambito dei servizi sulla commercializzazione di dispositivi medici e di destinazione d’uso sanitario. Nel corso di controlli presso una farmacia di Bisceglie e un esercizio commerciale di Bari, gestito quest’ultimo da una cittadina di nazionalità cinese, i militari hanno constatato la presenza di migliaia […]

In Puglia cambiano le regole sulle registrazioni dei casi positivi Covid

“Con le nuove regole sulla gestione dei casi confermati covid introdotte dal Governo nazionale, i test antigenici rapidi effettuati in farmacia o nei laboratori privati della rete regionale SARS-CoV-2 e registrati sul sistema informativo regionale sono stati resi equivalenti ai tamponi molecolari, senza necessità di conferma ai fini della sorveglianza e della gestione dei casi […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: