Boccia: «Presidio Pd permanente su misure economiche. Ora politiche anti inflazionistiche straordinarie»

“L’eccezionalità del momento richiede strumenti economici eccezionali. Per questo il confronto aperto e senza sosta avviato dal segretario del Partito democratico, Letta con le forze sociali e produttive sarà un riferimento assoluto per le proposte al governo. Questa non è un’inflazione da profitti, nè un’inflazione da domanda, men che meno un’inflazione da eccesso di liquidità che necessita, di solito, di politiche monetarie restrittive e di riduzione della spesa pubblica. Questa è una chiara inflazione importata a causa dell’esplosione dei costi dell’energia e delle materie prime.

Essendo importata le strade sono due: dazi, che oggi sono improponibili, e politica comune a livello mondiale, ma noi dobbiamo pretenderla almeno a livello europeo ed è la battaglia che stiamo facendo in Europa sui tetti al prezzo del gas, così come sugli acquisti e stoccaggi comuni. Allo stesso tempo questa inflazione è settoriale, se non ci fosse l’impennata di prezzi su agroindustria e energia con tutti i comparti industriali correlati, saremmo a un fisiologico 2%. Invece, corriamo gravemente verso le due cifre e senza paracadute. Insomma, è sempre più evidente che le previsioni sull’inflazione fatte a novembre da Bce e Fed al 2% sono state errate, così come la stessa manovra triennale teneva conto di quelle previsioni. Oggi dobbiamo prevenire gli effetti del quadro completamente cambiato evitando con qualsiasi soluzione una grave recessione che non potremmo permetterci in alcun modo”. In questo contesto “indipendenza energetica, soprattutto dalla Russia, e sostenibilità ambientale devono andare di pari passo. Il Green Deal europeo, attraverso la transizione ecologica, resta un obiettivo assolutamente prioritario.

Non possiamo tornare al carbone perché sarebbe un passo indietro che non ci possiamo permettere. Piuttosto, investiamo e incentiviamo le energie rinnovabili; iniziamo ad azzerare l’infinita lista di attesa dei conflitti di attribuzione che sono sul tavolo del Cdm tra amministrazioni centrali e consentiamo a Regioni ed enti locali di velocizzare tutte le procedure autorizzative dei progetti legati alle rinnovabili. La guerra in corso impone misure eccezionali e procedure veloci, proprio come accaduto durante la pandemia Covid-19. Il Partito Democratico sarà in presidio permanente, come proposto dal Segretario Letta e stabilito ieri nella riunione della Segreteria nazionale, per fronteggiare gli effetti economici della crisi internazionale. Servono misure straordinarie per sostenere famiglie, imprese ed enti locali ed evitare una recessione pericolosa che non possiamo permetterci”.

Così Francesco Boccia, deputato PD e responsabile Regioni e Enti locali della Segreteria nazionale.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Progetto sociale Easy Go, due mezzi per accompagnare persone con difficoltà motorie

Nel pomeriggio di ieri, giovedì 29 settembre, a Palazzo di Città la società A&C Mobility ha consegnato simbolicamente due automezzi per il trasporto di persone con disabilità all’Associazione Operatori Emergenza Radio Bisceglie e all’Odv Noi per Voi affinché possano svolgere servizi di accompagnamento a supporto di persone con difficoltà motorie, come anziani e disabili soli. […]

Pd, Boccia: bene Letta su Congresso. Nuovi orizzonti e fase costituente come nel 2007

“Il Segretario Enrico Letta sta generosamente accompagnando il Partito Democratico in una fase che può assomigliare a quella costituente del 2007. Un nuovo inizio. Ma nella consapevolezza che un elettore su cinque ripone tante speranze nel PD, anche per come faremo opposizione, e quelle speranze vanno sostenute e non vanno tradite. Le fasi indicate dal […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: