Spina: «Angarano e Silvestris dicono no al Parco Costiero, preferiscono il cemento»

«La “Svolta” di Angarano e Silvestris dice no al parco Urbano Costiero proposto da noi e preferisce i muri di cemento con trecento appartamenti sul mare.  Attaccati alle poltrone, dopo aver costretto il consiglio alla “seconda convocazione” per mancanza di numero legale, la maggioranza svoltista, ridotta ormai a soli 11 consiglieri comunali, ha votato contro la programmazione del gruppo consiliare “Difendiamo Bisceglie” (emendamento al dup proposto da me e dalla consigliera di Gregorio), che chiedeva un parco urbano nella zona 165 sulla costa di levante. A 100 metri dalle grotte di RIPALTA, dall’”area protetta e dal “pantano”, il duo delle meraviglie urbanistiche Angarano e Silvestris ha imposto alla città, con il voto dei loro ultimi (“samurai”) 11 consiglieri, 300 appartamenti sul mare (per aumentarne il prezzo di vendita?), anziché spostarli nella stessa zona, più indietro, come aveva previsto l’amministrazione Spina con la bozza di piano urbanistico già adottata.

Uno schiaffo alla città e al suo futuro, un pugno al turismo sostenibile e all’occupazione dei giovani, un calcio all’ambiente e alla salute dei cittadini. Sono stati costretti a gettare la maschera in consiglio comunale e a fare un atto pubblico in diretta streaming: la svendita della vita futura dei biscegliesi per gli interessi economici ritenuti prioritari dalla “svolta” di Angarano e Silvestris.

Non finiremo mai di vergognarci per l’indegno e penoso spettacolo offerto ieri in consiglio da questi silenti signori che hanno votato con “cotanta scienza” e senza aprire bocca la fine di ogni programmazione strategica della città, con il loro sindaco costretto, per non cadere, a mantenere i patti elettorali e a recitare la parte dell’angioletto ambientalista sbandierando i progetti e le planimetrie edilizie di 300 appartamenti fronte mare e a dire “non abbiamo i soldi per fare il parco li perché i parchi si fanno in altre zone. E quando abbiamo indicato la strada del bando dei finanziamenti pnrr a cui attingerà il Comune di Bari per il suo parco costiero di levante, Angarano ha fatto spallucce come fa sempre e ha continuato a dire le solite chiacchiere e bugie cambiando discorso. Tuttavia, come abbiamo fatto ieri in consiglio comunale, non ci arrenderemo e continueremo a lottare per un bellissimo parco urbano sulla pregiata costa di levante della nostra città perché tanto questa iattura della Svolta sta per finire e grazie a Dio in democrazia anche le scelte più scellerate possono essere cambiate da amministratori onesti, coraggiosi e capaci».

E’ quanto dichiara, in una nota, il consigliere comunale Francesco Spina.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Strisce blu, Fata a Naglieri: «Dica la sua sulle nostre proposte»

«Riconosco all’assessore Gianni Naglieri il dono dell’onestà intellettuale e perciò sono portato a credere che non abbia letto approfonditamente l’intervento al quale si è riferito producendosi in una “risposta” che in realtà tale non è. Mi concederà perciò di restare sul nocciolo delle questioni che ho sollevato». Lo ha affermato il consigliere comunale Vittorio Fata. […]

Assessore Naglieri: “Il consigliere Fata attacca l’unica amministrazione che ha ridotto le strisce blu”

“Il consigliere Fata attacca l’unica amministrazione comunale che ha ridotto le strisce blu invece di aumentarle? Forse dimentica che la sosta a pagamento fu istituita proprio dall’amministrazione di cui faceva parte e che nel 2016 gli stalli blu furono sensibilmente aumentati. La nostra amministrazione, invece, non solo non ha aumentato le strisce blu, ma per […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: