Sportilia, applausi e sorrisi nel commiato del PalaDolmen malgrado lo stop col Primadonna Volley

Mille sorrisi in campo e sugli spalti, gli applausi scroscianti dei 200 appassionati che non hanno voluto mancare l’appuntamento nell’atipico anticipo del venerdì sera, l’entusiasmo dei tanti bimbi appartenenti al I C.D. “De Amicis” di Bisceglie invitati dalla dirigenza a coronamento di un lodevole progetto incentrato sul riciclo. Sono alcune delle principali istantanee che hanno accompagnato l’ultimo atto della stagione d’esordio di Sportilia nel campionato di B2: le ragazze del presidente Angelo Grammatica hanno meritato appieno il mantenimento della dimensione nazionale in virtù di un prodigioso recupero nel girone di ritorno, raffigurabile nel filotto di 5 vittorie consecutive (tutte da 3 punti) con cui si sono autorevolmente tirate fuori dalla bagarre per non retrocedere con largo anticipo. E così, in casa biscegliese, passa inevitabilmente in secondo piano anche lo stop incassato nel derby interno con il Primadonna Bari, in fondo al quale è calato il sipario su un’esperienza tanto tribolata in avvio quanto gratificante dal giro di boa in poi.

Le biancazzurre avrebbero voluto preservare l’imbattibilità al PalaDolmen nel girone di ritorno e al contempo dedicare l’ultimo acuto stagionale alla centrale Mariangela Di Reda, ieri indisponibile, ma si sono dovute arrendere alla maggiore lucidità delle avversarie nei momenti cruciali malgrado una prova tenace e generosa, specialmente nei primi due set. Nicola Nuzzi si è affidato in partenza all’inedito tandem di centrali formato da Todisco e Lo Basso, con capitan Nazzarini e Piera Losciale in banda, Arianna Losciale al palleggio e Bellapianta opposta, Luzzi libero.

La buona partenza del sestetto di Rosa Ricci (9-14) è neutralizzata nel cuore della frazione dal vigoroso recupero biscegliese con annesso sorpasso (20-18). A questo punto il time-out richiesto dalla panchina barese risulta fatale per Sportilia, travolta dal perentorio break (1-7) di Monitillo e compagne che decide il parziale. Frequenti capovolgimenti di punteggio scandiscono il secondo set, con un margine mai superiore ai due punti su entrambi i fronti. Nel serrato sprint finale, però, è ancora il Primadonna a spuntarla (23-25), con l’implacabile Palma Monitillo (migliore in campo per distacco) abile a chiudere i giochi grazie ad un preciso attacco da seconda linea. La terza frazione registra un sostanziale equilibrio (10-10), interrotto però dagli 8 punti di fila collezionati dalla compagine viaggiante con il turno in battuta di Graziana Caputo, preludio al disinvolto 18-25 che mette la parola fine al derby dopo poco più di 90’ di gioco.

Sportilia completa così il proprio campionato con un più che dignitoso settimo posto a quota 25 punti, frutto di 8 vittorie a fronte di 12 sconfitte.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Il Bisceglie mantiene la vetta a punteggio pieno grazie alla netta affermazione sulla Vigor Trani

Pronostico rispettato nel “testacoda” sul sintetico di San Pio, dove il Bisceglie cala il tris consecutivo di vittorie in campionato a spese della modesta Vigor Trani e resta in vetta a punteggio pieno assieme al Manfredonia. Sei reti, tre legni e diverse altre opportunità per i nerazzurri non concretizzate raffigurano in modo eloquente la disparità […]

L’Unione Calcio crea e disfa. Col Polimnia termina in pareggio

Mezzo passo falso dell’Unione Calcio che pareggia per 2-2 contro il Polimnia nel terzo incontro del campionato di Eccellenza Pugliese girone A disputatosi al “Di Liddo” nel pomeriggio di domenica 3 ottobre. Un match che ha visto gli azzurri avanti per 2-0 sino al 12’ del secondo tempo per poi lasciare spazio ad un caparbio […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: