Ex Sindaco Napoletano: Draghi va a genuflettersi agli americani

«Oggi, il premier italiano Mario Draghi, che non è ancora andato in processione a Kiev, andrà a genuflettersi direttamente negli Stati Uniti, rifiutando sdegnosamente di riferire sull’Ucraina al Parlamento italiano.
Il Governo Draghi è, notoriamente, in Europa, quello più allineato a Washington.
Più che in termini di alleanza, si guarda all’America in termini di totale subalternità.
Si parlerà, ne siamo certi, di un’ulteriore inasprimento delle sanzioni contro la Federazione Russa (un boomerang, innanzitutto per l’Italia e non solo), nonchè dell’invio di più armi pesanti dell’Italia all’Ucraina, per prolungare sempre di più il conflitto.
E di un maggiore coinvolgimento bellico del nostro Paese.
Dunque, Draghi, il falco iperatlantista, va a prendere ordini personalmente dagli USA, magari ingraziandosi gli americani per ricevere prossimi e prestigiosi incarichi internazionali, in cambio della sua incrollabile e scodinzolante fedeltà.
Gli Usa fanno i loro interessi: sono l’Italia e l’Europa che non fanno i propri!
Le conseguenze cominciano a farsi sentire, per le famiglie e per le imprese, in termini di rincari delle bollette energetiche e dei prodotti agroalimentari, della benzina e dei trasporti, dell’aumento della cassa integrazione e della diminuzione dei livelli occupazionali.
E siamo appena agli inzi.
Quanti morti e quante distruzioni ci vorranno ancora prima che le parti belligeranti vengano costrette a negoziati veri di pace?
Quanti miliardi di dollari ed armi bisognerà dare ogni settimana al buco nero ucraino, perchè continui la guerra per procura?
E’ solo colpa di Putin o la verità sta nel mezzo?
Nonostante il bombardamento mediatico, sarebbe bene che ognuno pensi autonomamente e non come vorrebbero farci pensare.
Intanto, la gente ucraina ed i militari muoiono, milioni di sfollati sono costretti altrove, con l’Europa intera, subalterna agli USA, che non è stata capace, a tutt’oggi, di promuovere un’efficace azione diplomatica e negoziale per la Pace.
La persona più autorevole e responsabile rimane Papa Francesco.
Lo ascoltino, prima che sia troppo tardi.
L’Ucraina non vale la terza guerra mondiale!
E se i profughi di guerra ucraini giustamente ci commuovono e meritano il nostro aiuto, stessi sentimenti dovremmo avere per i profughi iracheni, afghani, siriani, libici ,yemeniti o palestinesi.
Con il permesso di Biden e di quanti non hanno la dignità di ricordarsi che siamo italiani e che abbiamo una grande storia alle spalle».
Lo scrive sulle sue pagine social il consigliere comunale ed ex Sindaco di Bisceglie, Franco Napoletano.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pesca, Angarano: “Emergenza sociale, fronte comune per sostenere diritti lavoratori”

Ieri mattina una delegazione del comparto ittico delle Marinerie di Molfetta, Bisceglie e Trani, nel corso della manifestazione convocata dalla Uila Puglia, è stata ricevuta a palazzo di Città dal Sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano con l’Assessore all’ambiente e alla transizione ecologica della Città di Trani, Pierluigi Colangelo, insieme ad Andrea Losito, Responsabile Regionale Uila […]

Dragaggio porto, Assessore Consiglio: “Quando parla di incapacità amministrativa, Fata si riferisce a sé stesso?”

“Quando parla di incapacità amministrativa, superficialità e di pressapochismo, il consigliere Fata si rivolge a sé stesso? Il dubbio è legittimo visto che quando era sindaco facente funzioni presentò la candidatura ad un bando regionale per il dragaggio del porto ma non ebbe esito felice, per usare un eufemismo, perché carente di una serie di […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: