Bilancio di Previsione: dalle bici ai giovani ai siti archeologici. Angarano boccia gli emendamenti dell’opposizione

Sono stati tutti bocciati dalla Giunta Angarano gli emendamenti al bilancio di previsione 2022 2024 presentati dai Consiglieri Enzo Amendolagine (M5S), Giorgia Preziosa, Alfonso Russo e Mauro Sasso (NEL MODO GIUSTO), Enrico Pasquale Capurso (IL FARO-PCI), redatti con il supporto e il contributo del movimento civico Libera il futuro.
Avevamo proposto la razionalizzazione e il taglio delle spese del personale a tempo determinato dell’ente,  per finanziare un contributo totale o parziale di acquisto delle biciclette per i ragazzi far i 14 e i 16 anni. Come previsto da programma elettorale di Angarano del 2018.
La Giunta boccia l’emendamento e se stessa.
Avevamo proposto il taglio del 3% delle spese del servizio di igiene urbana, con particolare riferimento alle risorse derivanti dall’evasione fiscale e il taglio del 20% delle spese istituzionali (per esempio quelle dei compensi di sindaco e assessori, come promesso in campagna elettorale). Il taglio proposto mirava a finanziare:
– un programma strutturale di politiche giovanili che come prime azioni prevedesse 250.000 euro all’anno a disposizione di start up innovative e per coprire corsi di formazione per under 35 sulle nuove competenze digitali;
–  il rilancio delle iniziative di riqualificazione dei siti di interesse archeologico, tramite dotazione di servizi presso le stesse, tramite la creazione di una tratta di trasporto pubblico da e verso i siti medesimi; pensiamo, ad esempio, alle Grotte di Santa Croce appena riaperte grazie al Gruppo Scout;
–  la redazione del  profilo della salute della città che rappresenta la “fotografia” dello stato di salute della popolazione residente in città tenuto conto di fattori non solo sanitari, ma anche ambientali e demografici e aiuta ad analizzare la correlazione tra fattori ambientali e patologie ricorrenti in città. Il profilo della salute è necessario per coordinare con gli enti competenti sistemi di monitoraggio della correlazione ambiente-salute anche al fine di attuare azioni di prevenzione e iniziative di risanamento ambientale.
La giunta Angarano boccia anche queste proposte.
Alla prova dei fatti, ambientalismo, investimento sul futuro e sulle nuove generazioni, tutela della salute e valorizzazione dei nostri siti archeologichi a fini turistici restano per questa amministrazione promesse sui palchi e proclami vuoti. Lasciamo ai cittadini il giudizio!
MOVIMENTO 5 STELLE
NEL MODO  GIUSTO
IL FARO-PCI
LIBERA IL FUTURO

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Libera il futuro: a Bisceglie la mobilità pedonale per disabili e famiglie è insostenibile. Le nostre proposte

Libera il futuro continua a commentare quel che succede in città e ad avanzare le proprie proposte tramite le puntate del podcast “Buon vento, Bisceglie!”Passeggiare in città con un passeggino o una carrozzina è un’avventura molto poco piacevole: scivoli quasi inesistenti o occupati da auto in sosta, marciapiedi stretti, sconnessi o usati come parcheggi, strade che […]

“Bisceglie Unita” sui roghi a Sant’Andrea

«Una faccenda che mi sta molto a cuore è quella degli incendi nella zona Sant’Andrea. Con il gruppo Bisceglie Unita già un anno fa abbiamo portato la questione all’attenzione dell’amministrazione comunale, nella persona del Sindaco Angelantonio Angarano, a testimonianza di ciò, vari post social e comunicati stampa sulle testate locali. È curioso notare che gli […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: