Strisce blu a Bisceglie, Vittorio Fata: «Bisogna tornare a perseguire i reali obiettivi del progetto»

«La gestione e il concetto stesso di sosta a pagamento sono stati interpretati dall’amministrazione Angarano soltanto come un balzello per far cassa ai danni dei cittadini biscegliesi. Ne sono rammaricato ma mentirei se mi dichiarassi sorpreso: purtroppo me l’aspettavo». È quanto affermato da Vittorio Fata, consigliere comunale di opposizione. «Ho un’altra idea sul tema, che si fonda dalla necessità di riportare il progetto sulla “diritta via”: le strisce blu devono disincentivare l’uso dell’automobile e decongestionare le zone altamente trafficate del territorio, per inquinare molto di meno e di conseguenza liberare alcuni tratti suggestivi, come la litoranea, il porto e altri punti della città, dal passaggio di numerose automobili che ne pregiudicano la bellezza paesaggistica» ha aggiunto.

«Per far questo bisogna dotarsi di strategie adeguate e di investimenti, puntando con decisione su alcuni aspetti. Bisogna diversificare veramente le tariffe per la sosta tra residenti e non residenti, prevedendo per coloro i quali non vivono a Bisceglie un contributo per la pulizia della litoranea e delle spiagge. La logica è molto semplice: i biscegliesi contribuiscono già a sostenere il costo delle pulizie attraverso il pagamento della Tari» ha spiegato Fata.

«Un altro punto realizzabile con concretezza e determinazione è l’istituzione di parcheggi di scambio con bike-sharing e bus verdi dedicati. Il Comune, inoltre, può favorire la creazione di soggetti quali associazioni, cooperative per la gestione di un sistema di ciclotaxi con servizio guida per permettere gli spostamenti e la conoscenza del territorio» è l’osservazione del consigliere.

«Non siamo certo al livello di certe promesse fantasmagoriche, come la panzana dei 5000 posti di lavoro. Meglio discutere, proporre e immaginare obiettivi comprensibili, utili e raggiungibili per il miglioramento della qualità della vita e una più efficace promozione del nostro territorio. È ora che Bisceglie entri nel ventunesimo secolo» ha concluso Vittorio Fata.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pronta a riaprire via La Marina. Angarano: grazie ai residenti per la pazienza, Spina aveva fatto peggio

Si avviano a conclusione, finalmente, i lavori in via la Marina per la gestione delle acque pluviali grazie ad un finanziamento regionale di 1milione e 500mila euro ottenuti dal Comune di Bisceglie. Le opere hanno visto la realizzazione di alcuni tronchi della rete di collettamento delle acque pluviali, per una lunghezza di circa 490 metri; […]

Spiaggia libera attrezzata per persone con disabilità, in via di ultimazione gli interventi migliorativi

Sono in via di ultimazione gli interventi per il miglioramento della spiaggia libera attrezzata per persone con disabilità al Cagnolo, che presto sarà dunque pronta per essere utilizzata. Ad annunciarlo è il Sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano, che nella mattinata di ieri ha compiuto un sopralluogo per constatare l’andamento dei lavori consistiti nella realizzazione e […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: