Amendolagine: “Due anni di Sanità negata”

Più di due anni persi in fatto di prevenzione secondaria e di diagnosi precoce: questo è quello che i cittadini di Bisceglie continuano a pagare per via del Covid. E nonostante questo, il nosocomio locale continua a non funzionare a pieno regime, strozzato dal chiacchiericcio sull’ apertura del nuovo ospedale del nord barese, il cui progetto di fattibilità tecnica ed economica non è stato ancora presentato, la scelta di alcuni medici di allocarsi presso altre strutture ed i pochi casi Covid ancora presenti. Pare infatti che ad oggi solo il reparto di chirurgia e per fortuna anche il Pronto Soccorso siano lentamente tornato alla gestione ordinaria.

Questa la situazione sanitaria con cui la nostra collettività deve confrontarsi ogni giorno. Gravi ritardi che allungano ancora di più le liste d’attesa: per una prima visita urologica, ad esempio, oggi la prima data utile è luglio al poliambulatorio di Canosa. Unica nota lieta, emersa nel corso del consiglio comunale monotematico, la rassicurazione data dalla nuova direttrice generale dell’Asl Bt Tiziana Dimatteo sulla “Non prevista riconversione, rimodulazione o riordino dell’ospedale di Bisceglie”(dal minuto 43’57” https://www.youtube.com/watch?v=4pgc0KV1zT4 “Consiglio monotematico del 12 maggio 2022).

La proposta bocciata dalla giunta della “Svolta” andava proprio in direzione opposta. Istituire il “Profilo della Salute” della città significa porre le basi per una attenta analisi dello stato di salute dei cittadini e dei loro bisogni primari legati ad esempio ad una fascia di età, o ad un determinato rione. Avere a disposizione tale strumento, significa poter incrociare dati che svelerebbero profili di rischio specifichi, così da poter intervenire precocemente. Salute ed ambiente sono fattori dipendenti ed interconnessi e solo uno studio accurato potrebbe focalizzare la spesa pubblica verso operazioni mirate di prevenzione prima e cura poi. Perché quindi bocciare tale proposta? Forse la salute pubblica non è un obiettivo primario di questa Amministrazione?

Non sappiamo se la bocciatura dell’emendamento possa essere frutto di un capriccio politico dettato dal fatto che la proposta sia venuta da consiglieri di minoranza. Di fatto alla città viene negato un diritto: il diritto alla Salute.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Amendolagine: ripresi i lavori in via Mazzini, ecco la foto della “grande opera”

«Stamattina sono ripresi i lavori in Via Mazzini e, “giustamente”, nell’anomalo divieto di sosta con rimozione, affisso al muro dalla ditta appaltatrice contravvenendo alle norme del cds sulle prescrizioni segnaletiche, è stata cambiata la data di inizio lavori dal 22/06 al 29/06. Le auto parcheggiate in via Mazzini sono state spostate altrove, agganciandole con un […]

Concorsi per Istruttore Direttivo Amministrativo, Istruttore Amministrativo/Contabile e Agente Polizia Locale: le date delle prove preselettive

Nei giorni 7 ed 8 luglio si svolgeranno al Palaflorio di Bari, in viale Archimede, le prove preselettive dei concorsi pubblici banditi dal Comune di Bisceglie. Al fine di garantire uno svolgimento ordinato delle prove preselettive, sono state organizzate più sessioni giornaliere di svolgimento delle stesse, separandole temporalmente, anche per garantire il completo deflusso dei […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: