La prima giornata de Il Tempo dei Piccoli venerdì 17 giugno

Ormai alimentato dal lunghissimo prologo, dai laboratori e dal successo raccolto da Totò degli alberi, questo fine settimana, da venerdì a domenica 19 giugno ecco l’ottava edizione de Il Tempo dei Piccoli che la Città di Corato accoglie per la prima volta ma con il piglio di un’attitudine evidentemente già matura e una partecipazione che supera ogni aspettativa degli organizzatori: Kuziba Teatro e sistemaGaribaldi. Ecco l’intensissima prima giornata. Per inaugurarla in centinaia si preparano ad animare la tradizionale parata, in partenza da piazza Marconi venerdì alle 17,00, mentre già ci si dispone ad ospitare spettacoli, laboratori, incontri. Così parte a tempo di musica una scia di ‘foresti’ per le vie della città animata dai giovani percussionisti di Bembè, dalla Compagnia Binario ZeroEcoteca Lab e Teatri Di.Versi, e colorata dai bambini della seconda B e E della scuola Imbriani-Piccarreta custoditi dalla maestra Bice Mangione. Piccola sosta in largo Abazia con l’orchestra della scuola Tattoli-De Gasperi per tornare subito a innalzare l’albero in piazza Marconi per il Rito di Fondazione della Città Bambina. Qui, l’accoglienza è affidata all’orchestra dei 100 ragazzi della Scuola Media Monterisi di Bisceglie per suonare i classici da Ciajkovskij a Rota. Alla fine del concerto nessuno si sposti perché, alle 19,30 arrivano i burattini di Valentina Vecchio con lo spettacolo Fortuna dove sei. In contemporanea, nella sede di Teatri Di.Versi: Un circo tra le nuvole, finale di laboratorio con il gruppo dei piccoli attori alle prese con un circo leggero, anzi leggerissimo: attenzione,  se non si sta attenti si rischia di volare! La prima serata si conclude con un dolcissimo viaggio nel mito: nel Chiostro della Chiesa di San Domenico Corri, Dafne! tratto da Metamorfosi di Ovidio, di e con Ilaria Carlucci. I boschi delle storie non son mai luoghi tranquilli… Prima o poi si finisce per smarrirci qual- cosa, se non sé stessi. Sulla riva limacciosa di un fiume, in una notte di luna piena, nasce dal fango una ninfa. Leggera, curiosa, spettinata. È Dafne, che nuota, salta, rotola, si arrampica, respirando al ritmo degli animali del bosco. Intanto, oltre le chiome degli alberi si staglia nel cielo terso la sagoma scintillante del carro del Sole, guidato da Apollo, il più̀ bello tra tutti gli dèi, tanto desiderato quanto sprezzante. Due universi lontani si incontrano per l’intervento dispettoso di un paio d’ali spennacchiate e due frecce malandrine…quelle di Cupido, il bambino eterno, il dio dell’amore.

Apollo si innamora per la prima volta e il desiderio lo acceca. Dafne vacilla, si sente smarrita, schiacciata, sola. Tutto attorno a lei si trasforma senza preavviso e il suo mondo sembra crollare.

Che cosa accade se comincia a correre? Correre via, da tutto e tutti, via da casa, dalla sequoia, dalle sorelle dai capelli di seta, dal padre fiume, da un vestito da sposa, dagli occhi di un dio sconosciuto.

Correre libera, correre forte, si, ma verso cosa?

“Corri, Dafne!” gioca con la materia del mito e con i fili invisibili che muovono le vite di tutti, che siano potenti creature divine o silenziosi abitanti del bosco, alla ricerca della sottile linea di confine tra l’amore per l’altro e l’amore per sé.

Tutto il programma su www.iltempodeipiccoli.it

Il tempo dei Piccoli è un’iniziativa a cura della compagnia Kuziba con la direzione di Bruno Soriato. Ideata da Carlo Bruni e sviluppata nel contesto di sistemaGaribaldi, quest’anno è stato accolto con calore dalla Città di Corato grazie all’impegno e alla passione del Sindaco Corrado De Benedittis, dell’Assessore alla Cultura Beniamino Marcone e di tutto il personale del Comune di Corato a partire dal dirigente del V Settore, Giuseppe Sciscioli, Flavia, Nicola e Massimiliano. L’edizione 2022 si realizza grazie al sostegno di 8×1000 della Chiesa Valdese, Granoro, Vecchie Segherie Mastrototaro, al partenariato della Fondazione Vincenzo Casillo e alla complicità di Archimisti, Ecoteca Lab, Lavorare Stanca/Verso Sud, Hub.bazia, Libreria I piccoli Chi, Libreria Liber, MirusEvents, Nati per leggere, Osservatorio Astronomico Andromeda, Presidio del libro di Corato, Radicamenti, Teatri Di.versi, ZonaEffe. Si trasforma in un esperimento collettivo grazie al sorprendente slancio di un eterogeneo gruppo di lavoro che, capitanato da sQuolaGaribaldi, si è riunito alltorno all’idea di una Città Bambina da coltivare insieme, formato da: Nunzia Antonino, Livio Berardi, Carlo Bruni, Donato Di Clemente, Rossana Farinati, Letizia Fata, Adriana Gallo, Patrizia Labianca, Daniele Lasorsa, Claudia Lerro, Angela Malcangi, Rossella Maldera, Pietro Naglieri, Viviana Peloso, Bruno Ricchiuti, Mariablu Scaringella, Carmen Sciscioli Laura Soldani, Beppe Strafella, Nicolò Serafino, Annabella Tedone, Valentina Vecchio, LorenzoZitoli e gli insegnanti, gli alunni e il personale delle scuole primarie e dell’infanzia della città di Corato e del Liceo Artistico Federico II.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Rinnovo concessioni ambulanti, sarà la fine di un incubo chiamato Bolkestein?

Ore di intenso lavoro parlamentare per addivenire alla stesura definitiva delle regole finalizzate al rinnovo delle concessioni ambulanti. Il 29 giugno 2022 è scaduto il termine dell’ultima proroga delle concessioni per il commercio sulle aree pubbliche ma sono tantissimi ancora i comuni italiani che non hanno completato le procedure di rinnovo automatico delle concessioni al […]

Legambiente pubblica il dossier Mare Monstrum 2022: Puglia 3^ nella classifica del “mare illegale”

Non si ferma l’assalto al mare e alle coste italiane ma anzi, il quadro della situazione dell’Italia post lockdown si fa ancora più desolante. Abusivismo edilizio, deficit di depurazione e inquinamento, assalto al patrimonio ittico e alla biodiversità. Illeciti penali e amministrativi illustrati nel dossier Mare Monstrum 2022, il rapporto elaborato da Legambiente sulla base dei dati di Forze dell’Ordine e […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: