Radio Centro, querelle tra assessore Naglieri e Di Gregorio: Bisceglie è allo sbando, ne prenda atto e non minacci

Una recente trasmissione “Ricomincio da me” in onda su Radio Centro e condotta da Alessandro Di Gregorio, ha fatto registrare minacce di querele da parte dell’assessore della Giunta de “La Svolta”, Gianni Naglieri”, all’indirizzo dell’emittente radiofonica e del suo conduttore. Che, questa mattina, non le ha mandate a dire e -in diretta, via etere- ha replicato al politico locale. Di seguito, il testo trascritto, letto durante la trasmissione:

«Gentile assessore Naglieri, 

se io fossi un amministratore con responsabilità politiche in di questa città, mi preoccuperei di ascoltare e leggere i media che parlano di essa per comprendere ciò che succede, per capire gli umori dei cittadini, per sapere dove intervenire per migliorare il mio operato. 

Non lo farei certo ed esclusivamente per registrare i programmi di una libera emittente, con il solo scopo di minacciare querela in danno  dello speaker di una trasmissione, reo a suo dire di aver offeso la sua dignità. 

Nella fattispecie, il mio definire lei, il sindaco e quanti altri fanno parte della maggioranza politica che regge (sic) la città, dei vigliacchi politici, era ed è la definizione che credo più opportuna verso chi, avendo ritirato il punto che prevedeva la discussione sugli impianti 5G promettendo di riportarlo in assise comunale, prima che i lavori per l’installazione delle antenne iniziassero, alla fine non lo ha fatto e non ha neppure previsto un nuovo piano delle antenne che definisse la loro allocazione in aree e luoghi lontani da abitazioni e zone maggiormente frequentate. Così ci risulta.

Il sottrarsi alle proprie responsabilità quale amministratore della città, alle promesse fatte ai rappresentanti dei cittadini è, a parere del sottoscritt, vigliaccheria politica! 

Ora vorrei dirle alcune cose che la prego di ascoltare bene e di registrare come suo solito, meglio: Radio Centro è una radio seria e serie sono le persone che l’amministrano e ci lavorano. 

Anche e soprattutto questo programma, che tanto infastidisce lei, i suoi tirapiedi che lo registrano e gli altri signori che compongono l’amministrazione comunale, è frutto di lavoro, di confronto e di assistenza legale, perchè per quanto lei ne dica,è un programma molto seguito ed è frutto di lavoro serio e attento e si avvale, ripeto, dell’assistenza di legali professionisti. 

Proprio per questo, siamo certi e sicuri che quanto diciamo (frutto comunque di informazioni ufficiali che citiamo puntualmente) sia comunque non inventato per ledere la sua persona ma sia purtroppo il risultato di un’opera di gestione della cosa pubblica che ahimè è spesso discutibile. A nostro avviso. 

Ancora a nostro avviso, e non solo, lei e la sua amministrazione non gestite la cosa pubblica come si dovrebbe e questo lo si evince dalla stragrande maggioranza della stampa, dagli accadimenti, dalle mancanze di intervento e via dicendo. 

Ovvio che, leggendo ciò che accade, ci sentiamo di esprimere opinioni sul vostro modus operandi, che appare opaco, fumoso, raffazzonato, discutibile. Sempre a nostro avviso… 

La conduzione e l’assistenza legale del programma e soprattutto l’assoluta indipendenza, negli anni non è cambiata, caro il nostro assessore Naglieri e ci sorprende davvero di come eravamo oggetto di incitamento e pacche amichevoli sulle spalle quando puntavamo il dito contro le incongruenze dei suoi precedenti avversari politici mentre adesso, che invece lo facciamo verso il vostro malgoverno,s iamo diventati “cattivi” e politicizzati. 

Non ci facevano effetto le vostre pacche sulle spalle, non ci fanno effetto le vostre ripetute minacce di querela: andiamo avanti per la nostra strada, tenendo la barra dritta, come sempre. 

Ci permettiamo adesso di chiederle una cosa: la prossima volta che deciderà di minacciarci di querela o altro, contatti la testata giornalistica del programma o il sottoscritto, senza “rompere i cabbasisi” a chi nulla ha a che fare con il programma ed è costretto a rispondere alle sue laconiche telefonate per educazione. 

Oppure, meglio ancora, dia corso alla querela senza indugiare o minacciare perché se avesse avuto davvero qualcosa da denunciare, avrebbe già dato mandato ai suoi avvocati di agire contro la radio “che poi può avvalersi su Di Gregorio”… 

Le minacce ripetute, a nostro avviso hanno il solo intento (inutile peraltro) di farci desistere dal denunciare ciò che avviene in città e, questo genere di ripetuti avvertimenti hanno un sentore di pseudo-mafia e pseudo-squadrismo e questo è riprorevole e condannabile. Mi vergogno per lei.

Radio Centro e Ricomincio da me, sono sempre stati disponibili a repliche, correzioni e interventi da chi direttamente interessato ed è cosa che ripetiamo spesso durante il corso del mio programma ma, ad oggi né lei, né altri della giunta Angarano hanno sentito la necessità di spiegare le cose alla città, non a noi ma alla città. Non ci sottraiamo al nostro dovere di informazione e di vicinanza ai cittadini e continueremo a fare il nostro programma: come le ho già detto più volte, ‘Ricomincio da me’ c’era prima di lei e di voi e ci sarà sino a un attimo dopo di lei e di voi. 

Tanto le dovevo». 

  ​Alessandro Di Gregorio

5 thoughts on “Radio Centro, querelle tra assessore Naglieri e Di Gregorio: Bisceglie è allo sbando, ne prenda atto e non minacci

  1. Se questo tizio fosse solo un conduttore radiofonico mi starebbe pure bene che criticasse Naglieri o chicchessia. Se ricordo bene questo signore sono anni che cerca di candidarsi in politica senza riuscirci come pure la sua trasmissione radiofonica che manco i parenti credo lo ascoltino. Quando parla della stampa devo ammettere che non sa di cosa parla

    1. Gentile signore, non la conosco e mi piacerebbe farlo per spiegarle a voce le mie posizioni. Cercherò di farlo qui, sperando che lei non sia uno dei tanti, mandati apposta…
      Mi sono candidato altre volte a consigliere comunale, aspirazione che ho abbandonato da tempo, MAI servendomi della radio per promuovermi e MAI da quando faccio questo programma che, ha attraversato almeno tre sindaci diversi.
      Evidentemente lei parla senza conoscere la vicenda o meglio LE vicende che portano a questa e la lascerò nell’ingnorarle perché, se avesse voluto, si sarebbe documentato prima di sparare queste amenità.
      Io mi informo sempre e comunque PRIMA, ecco perché svolgo il mio programma con la consapevolezza di dire il vero e la professionalità di un lavoro studiato, vetificato, puntuale che si avvale di una testata giornalistica (altra cosa che ignora), come tutte le emittenti, piccole o grandi che siano. Così come si avvale di legali professionisti per il controllo preventivo di ciò che viene detto.
      Cose che ho scritto e detto e che la sua ‘critica’ (?) mi fa pensare a una insufficiente lettura e quindi frettolosa risposta. Quanto all’ascolto del mio programma, non devo dimostrare a nessuno e nemmeno a lei, lo share: se dopo anni di programmi, ci siamo ancora una ragione ci sarà!
      La saluto, così come saluto i suoi amici, consigliandole in futuro di approfondire gli argomenti a cui decide di rispondere.

      1. Egr. Anchorman de noantri innanzitutto ringraziola per questa sua.
        Da qui, approfitto per precisarle che sono informato quel tanto che basta per riuscire ad elaborare un proprio pensiero (senza mandanti, senza padrini, nè compari…) Questo mi permette di essere un cittadino libero, al punto da esercitare ogni forma di critica, mai pregiudizievole. Nel suo caso, ammetto una leggera antipatia, nulla di personale!
        Questo avviene, solo, per via di quella spocchia (che si rinnova in tutta conferma nella sua risposta così farcita di pregiudizi nonché d’illazioni che posso garantirle essere solo generate dalla sua cattiva fede) di cui quando parla, o scrive, lei emana come e pari alla Luce Divina che illumina John Belushi nella parte iniziale dí Blues Brothers.
        Preciso che conosco Naglieri come altri politicanti locali così come (non) conosco Lei. Questo non conoscervi mi permette di vivere bene ed in totale equilibrio con le mie facoltà. Dovesse mai accadere il contrario, ed il Buon Dio mai lo voglia, potrebbe accadere che la mia educazione come pure il rispetto per il mio prossimo ne venga assai meno.
        Mi perdoni, ma, con tutti i guai che qui ci stanno assediando, assistere a questi indecorosi spettacoli che sedicenti giornalisti e politicanti-saltimbanchi offrono per le loro aspirazioni e/o beghe poltronesche a me fanno girare gli zebedei!!!
        Assicurole che questi sono stati i motivi per cui mi son permesso questo mio disappunto. Saluti.

  2. Gentile ‘illuninato’ non comprendo come cerchi di sembrare erudito e forbito nello scrivere ma dimostra ahimè ancora pressapochismo perché non legge l’articolo, non legge bene la risposta.
    Un po’ essere divinità che tutto sa e tutto può giudicare.
    Le ripeto (ma legga, prima di perdere definitivamente gli zebedei) che non sono giornalista ma ne abbiamo in testata così come abbiamo avvocati.
    Io LEGGO, mi informo BENE e poi esprimo opinioni, che spesso sono quelle suggeritemi anche da cittadini normali (non dei).
    Lei può esprimere opinioni su chiunque, MA NON giudicare, cosa che, dall’alto del suo essere divino, purtroppo fa…
    Ed è lì che mostra il suo essere: uno che si sente di dispensare giudizi come se fosse egli stesso ingiudicabile. Sbaglia.
    Non la giudico, lo fa da solo, ma mi permetto di suggerirle di leggere e cercare di capire prima di scrivere. Scenda dallo scranno e si mescoli con noi poveri mortali.
    Se può.
    Non le darò modo di accendere una rissa mediatica sulle sue molli elucubrazioni, come quelli che si rompe nel fingere di leggere cose che non le interessano, ma sulle quali interviene.
    Rido.
    Buona vita a lei e alla sua aura divina.

    1. Caro John Belushi dei poveri perché rosichi ? Cosi rischi l’ipertensione, magari pure il colesterolo a 1000, per poi finire di perdere il sonno e finire innamorato del Valium.
      Carissimo Bruno Vespa senza masseria in Salento, ti rammento, ogni volta che punti l’indice contro chicchessia poi stringi altre 3 dita che finiscono per indicare te. Perciò fai poco il Solone che non sei NESSUNO e men che meno susciti alcun timore; tu con il tuo staff di Perry Mason, le tue testate giornalistiche e pure la radiolina da granfi numeri di share (a detta tua) che difetta a farsi sentirsi nello stesso condominio.
      caro Gad Lerner non volermene, i miei saluti domenicali.

Rispondi a Franco Antonino Annulla risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Continua il problema dei cani randagi a Bisceglie

Ancora problemi con i cani randagi a Bisceglie. Da alcune settimane un gruppo formato da una decina di questi animali circola indisturbato per le strade del paese, in particolare facciamo riferimento a Strada del Carro. Molti i cittadini intimoriti da questo gruppo di cani randagi, che nonostante le numerose segnalazioni ai vigili urbani non si […]

Pericolo sanitario in città? Acqua gialla dalla fontana pubblica di via Pio X

Come si evince dalla visione di questo video (Facebook), che gira sui social da alcune ore, l’acqua che esce dalla fontana pubblica situata in via Pio X, nelle vicinanze del Bar Mignon, ha un colore giallastro. Si consiglia la cittadinanza di evitare di fermarsi a bere e/o riempiere bottiglie da quella fontana. Mentre chiediamo al […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: