Caso-Cimitero: una bara “a parcheggio” perde liquido da 24 ore

Sullo scandalo venutosi a creare al Cimitero di Bisceglie (LEGGI QUI e LEGGI QUI) inizia a verificarsi quanto temevamo e abbiamo denunciato nei giorni scorsi: una bara collocata nella stanza del riconoscimento perde copioso liquido da diverse ore. Emanando un male odore insopportabile dall’esterno e che non permette neanche agli “addetti ai lavori” (che pure sono abituati a respirare quegli odori) di entrare nella sala.

Come annunciato nei giorni scorsi, la carenza dei loculi e di terreni per la sepoltura è diventata insostenibile. Il caldo torrido e la mancanza dei loculi rendono ormai pericolosa e fuori legge la situazione sanitaria al cimitero di Bisceglie. Speriamo vivamente che qualche Magistrato e lo stesso Prefetto della Bat possano intervenire per smuovere le acque e per interrompere il silenzio dietro il quale si è nascosta l’Amministrazione Comunale. A una settimana dalla prima denuncia, infatti, il Sindaco Angarano non ha diramato alcun comunicato che illustra i provvedimenti ai quali sta ricorrendo per risolvere questa situazione.

Se si considera che quotidianamente a Bisceglie muoiono dai 2 ai 4 concittadini, nel breve giro di poche settimane ci potremmo ritrovare con centinaia di bare accatastate all’ingresso del Campo Santo. Con il pericolo, non più presunto, di uscita di liquami dalle bare e, ancor peggio, la possibilità che le bare possano esplodere a causa del mix provocato dai gas che producono le salme e le caldissime temperature.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

19enne biscegliese trovato in possesso di hashish e marijuana: arrestato in via Sant’Andrea e già messo ai “domiciliari”

I Carabinieri della Tenenza di Bisceglie con il coordinamento della Procura della Repubblica di Trani hanno arrestato un 19enne del posto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, in località Sant’Andrea. Nell’ambito dei consueti servizi di controllo del territorio, i militari dell’Arma hanno sottoposto a controllo M.A., di origini biscegliesi, […]

Incendio struttura Covid Barletta: trasferito a Bisceglie uno dei quattro pazienti

Sono tornate operative le sale operatorie dell’ospedale “Dimiccoli” di Barletta ed è stata ripristinata tutta l’attività chirurgica, nove giorni dopo l’incendio che, il 12 settembre scorso, ha distrutto la piattaforma rianimatoria fatta realizzare dalla Protezione civile e inaugurata a gennaio 2021 per affrontare l’emergenza Covid, adiacente al blocco rianimatorio-operatorio del nosocomio. Sale operatorie e rianimazione […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: