La Puglia brucia. Considerazioni di Carlo Rocco

Nella calura estiva, ma non bastano le foglie di fico per coprire ogni bugia, la Puglia brucia.
Solo negli ultimi giorni Alberona nel bosco di Tuoro. Fuoco nel bosco di Celle San Vito, a Statte in provincia di Taranto, tra Tricase porto e Marina di Andrano ricadente nel parco Otranto Bosco, a San Cataldo e ancora mani dolose a Castel del Monte. Castel del Monte patrimonio dell’UNESCO!
Incuria e mani dolose, sempre la stessa storia, che comincia a giugno con le sterpaglie lasciate lì a prendere fuoco.
Centinaia, migliaia di ettari ed ettari di verde distrutti e divorati dal fuoco. Danni ambientali e danni economici senza fine.    La Puglia è la seconda Regione in Italia per interventi dei Vigili del Fuoco.
E bruciano boschi, boscaglie, aree coltivate, case di campagna, avvolte dai roghi,  ripetuti, continuati.
Animali e abitanti della nostra terra che devono lasciare ogni cosa,  turisti in fuga, con la paura che ogni volta il fuoco non si trasformi poi in un’ennesima tragedia di vite umane.
E’ sempre la stessa storia di dolo, incuria, scarsa manutenzione, Ordinanze di messa in sicurezza non rispettate, speculazione sui terreni, qualche voce dice sui  rimboschimenti, sciagurata irresponsabilità dei singoli, ma soprattutto gente di pochi scrupoli e di contro dei pochi mezzi e risorse per coloro che devono contrastarla.
   Si deve fare di più, molto di più, prima, non aspettando il mese di agosto e l’autocombustione a cui non crede più nessuno, un’altra bugia.
Rocco Luigi Carlo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Anche dal Sunia arriva l’allarme: aumento critico di gas e luce per le famiglie

Ormai è di dominio pubblico l’aumento delle bollette del gas e dell’energia elettrica per tutte le famiglie. I commercianti sono le prime vittime. Ma non solo. All’aumento dell’inflazione di pari passo aumenta l’indice ISTAT sui canoni di locazione per tutte le famiglie in locazione. Il Governo lancia l’allarme e si profila un commissario straordinario per […]

Interruzione temporanea Ztl centro storico, Confcommercio Bisceglie: «Grossa mano agli esercizi presenti in zona»

Da venerdì 7 ottobre e sino al 2 aprile del prossimo anno l’operatività della zona a traffico limitato del centro storico di Bisceglie cesserà. A richiederlo è stata la Confcommercio lo scorso 13 settembre con apposita richiesta protocollata a Palazzo di Città. L’interruzione temporanea durante la stagione invernale dell’operatività del varco di accesso alla Ztl da Largo Castello […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: