Proseguono i progetti utili alla collettività, sempre più aree verdi interessate da “Giardini fioriti”

Proseguono con successo i Progetti di Utilità Collettività (Puc) che vedono coinvolti in maniera attiva cittadini beneficiari di Reddito di Cittadinanza (RdC) residenti nel Comune di Bisceglie. È il caso, per esempio, del progetto “Giardini fioriti”, che sta vedendo in azione sette concittadini impegnati nella cura e pulizia di piazze, parchi, giardini e aiuole.

Numerosi i luoghi in cui l’impegno in queste attività ha lasciato finora la sua benefica impronta: Piazza Vittorio Emanuele, aiuole di villetta Logoluso (ex Copa Pan), Piazza San Francesco, Piazza Diaz, Parco Nassirya, Piazza 8 marzo, Piazza Philipp Hackert, Parco Don Milani, Parco Unità d’Italia e Parco Sant’ Andrea. Molte le altre aree già pianificate che saranno interessate da questi interventi di pulizia e cura.

Un progetto che si somma a quelli già in corso, sempre con l’attività dei percettori di reddito di cittadinanza, come quelli consistenti nella pulizia delle spiagge; nell’attività di supporto per ampliare gli orari di apertura del Museo diocesano e Cattedrale in chiave turistica; nel presidio e sorveglianza di aree pubbliche compresa la litoranea, nell’assistenza nel conferimento dei rifiuti per anziani soli e persone con disabilità.

Tutti i Puc sono coordinati dall’Ambito Territoriale sociale di Trani-Bisceglie e dai Servizi Sociali Professionali del Comune di Bisceglie, di concerto con l’Assessorato all’inclusione sociale coordinato dall’Assessore Roberta Rigante.

“Con questa attività che continua spedita rendiamo più pulita, bella e accogliente la nostra Città ma allo stesso tempo offriamo la possibilità ai percettori di reddito di cittadinanza di ricambiare in azioni concrete per Bisceglie e la collettività che ne beneficia”, ha sottolineato il Sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano. “È bello constatare la motivazione e l’entusiasmo di queste persone, fiere di poter offrire un servizio utile e importante alla collettività. È altrettanto positivo vedere i risultati tangibili della loro azione per il bene comune”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Comunità energetiche: “Nella Bat si dimostri di sapere essere classe dirigente”

“Anche la Bat e le sue comunità locali, hanno il dovere di dimostrare di saper essere classe dirigente. Sarebbe opportuno, per esempio, che all’interno delle tecnostrutture di ogni comune del territorio, si possa costituire una sezione apposita che si occupi specificatamente dello sviluppo delle comunità energetiche nei nostri quartieri e nelle aree industriali”. L’idea o […]

Crisi economica, Spina: «Subito un piano di solidarietà per la città»

«Tra uno che dorme e l’altro che, dopo cinque anni di Governo, sogna (o fa finta), chi lavora per il Comune? Angarano e Silvestris non perdano tempo in chiacchiere e in aumenti degli stipendi. Adottino subito un piano di solidarietà per la città, per le famiglie e per i commercianti. Hanno dichiarato di avere milioni […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: