Elezioni, La Notte: «Voterò Casella e D’Addato»

«Da quando, qualche giorno fa, sono state ufficialmente depositate le liste e le candidature, ho ricevuto numerose telefonate sia da amici, colleghi ma soprattutto da organi di stampa. Tutti con la medesima domanda: cosa farò alle prossime politiche? Ordunque, ci tengo a precisare che sono stato eletto in consiglio Regionale con la lista civica Popolari con Emiliano e non ho cambiato la mia posizione. Molti colleghi sia della mia lista che di altre hanno aderito ad altre liste e movimenti, il sottoscritto no!

Ho sempre rispettato e creduto nel mio Presidente e nella lista in cui sono stato eletto e che porta il suo nome, e, pertanto intendo rimanere Popolari con Emiliano. Poiché ho ricevuto il mandato nel territorio della BAT, chiaramente, il mio voto andrà a due amici di Bisceglie, Giovanni Casella e a Stefania D’Addato.

Per me votare alla Camera Gianni, nel collegio plurinominale Bat/Foggia, per abbreviare, e Stefania al Senato significa votare due amici che conosco da oltre 25 anni e a cui sono legato da un forte rapporto di amicizia e, poi, Gianni è anche un collega a livello professionale.   Perché dovrei votare persone che non sono di Bisceglie? O che non ha fatto niente per Bisceglie? Almeno Gianni, politico di spessore nella nostra collettività, ha dimostrato, sempre, di amare la sua città negli anni, così anche come Stefania che è un punto di forza della cultura nella nostra città. Quindi, credo che votare due amici, della mia città, mi permetterà di continuare a voler bene a Bisceglie e alla intera provincia BAT. Spero, dopo il 25 settembre, di avere interlocutori capaci del nostro territorio con cui programmare il nostro futuro».

Lo scrive in una nota il consigliere regionale Francesco La Notte.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Comunità energetiche: “Nella Bat si dimostri di sapere essere classe dirigente”

“Anche la Bat e le sue comunità locali, hanno il dovere di dimostrare di saper essere classe dirigente. Sarebbe opportuno, per esempio, che all’interno delle tecnostrutture di ogni comune del territorio, si possa costituire una sezione apposita che si occupi specificatamente dello sviluppo delle comunità energetiche nei nostri quartieri e nelle aree industriali”. L’idea o […]

Crisi economica, Spina: «Subito un piano di solidarietà per la città»

«Tra uno che dorme e l’altro che, dopo cinque anni di Governo, sogna (o fa finta), chi lavora per il Comune? Angarano e Silvestris non perdano tempo in chiacchiere e in aumenti degli stipendi. Adottino subito un piano di solidarietà per la città, per le famiglie e per i commercianti. Hanno dichiarato di avere milioni […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: