50 anni di sacerdozio per Mons. Giovanni Ricchiuti

La comunità diocesana di Altamura – Gravina – Acquaviva delle Fonti è pronta a rendere grazie a Cristo, Unico, Sommo ed Eterno Sacerdote per i 50 anni di ordinazione presbiterale del suo pastore, l’Arcivescovo Mons. Giovanni Ricchiuti.
Oggi, venerdì 9 Settembre alle ore 19.00, la Cattedrale “Santa Maria Assunta” di Altamura accoglierà i vescovi delle diocesi di Puglia e Basilicata, i sacerdoti, i religiosi, le religiose e i fedeli tutti della Chiesa locale e di quelle limitrofe che si uniranno al presule, per celebrare insieme un momento di preghiera, ma anche di festa, e per lodare il Signore che ha chiamato il vescovo Giovanni a compiere il suo ministero sacerdotale, affidandogli in cinquant’anni di cammino pastorale il forte desiderio di non risparmiarsi nel lavoro quotidiano a servizio del Signore, della Chiesa e del popolo di Dio.
Nato a Bisceglie il 1° Agosto del 1948, Mons. Giovanni Ricchiuti si forma presso il seminario della sua città natia e frequenta il liceo e gli studi teologici presso il Pontificio Seminario Regionale Pugliese “Pio XI” di Molfetta. Viene ordinato sacerdote il 09.09.1972 dall’allora Arcivescovo di Trani e Barletta Giuseppe Carata e prosegue gli studi in quel di Roma, presso il Pontificio Istituto Biblico. Dal 1975 al 1976 copre la carica di vicerettore del seminario minore, poi fino al 1979 di vicario parrocchiale della parrocchia Santa Maria Madre di Misericordia a Bisceglie che dal 1980 ha guidato come parroco. Nel febbraio 1994 lascia la parrocchia in seguito alla nomina a rettore del Pontificio Seminario Regionale Pugliese “Pio XI” di Molfetta. Il 27.07.2005 viene eletto Arcivescovo della diocesi di Acerenza dal Santo Padre Benedetto XVI. Nove anni più tardi, il 4.01.2014, fa il suo ingresso nella diocesi di Altamura – Gravina – Acquaviva delle Fonti dopo la nomina a vescovo ricevuta da Papa Francesco il 15.10.2013 e contestualmente diventa governatore dell’Ospedale generale regionale “Francesco Miulli” di Acquaviva delle Fonti. La sua formazione teologica si ispira alla teologia di don Tonino Bello, suo predecessore alla presidenza di Pax Christi Italia.
«50 anni di ministero presbiterale sembrano trascorsi in un batter d’occhio – spiega l’arcivescovo ai nostri microfoni – Oggi è tempo di gratitudine a Dio e a tutti coloro che ho incontrato lungo il mio cammino. Ho vissuto il mio servizio come impegno a portare l’abbraccio del Signore ad ogni uomo e donna che il buon Dio ha posto sulla mia strada, soprattutto ai più poveri, agli ultimi, ai bisognosi». «Porto nel cuore – ha poi aggiunto Mons. Ricchiuti – i volti di chi c’era ieri e di chi mi è accanto oggi: i miei genitori, la mia famiglia, i vescovi che si sono succeduti come pastori del gregge, i formatori nelle diverse tappe della mia vita, collaboratori, amici e tanti fratelli e sorelle con cui abbiamo sognato di dare il nostro contributo nella costruzione del regno di Dio sulla terra».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Bisceglie en blanc 2022, parte dell’incasso donato alla Cooperativa Uno Tra Noi

La mattina di sabato 24 settembre in sala consiliare al Comune di Bisceglie, alla presenza del Sindaco Angelantonio Angarano, i rappresentanti dell’Associazione Pro Artibus hanno consegnato simbolicamente parte dell’incasso della Cena En Blanc, tenutasi lo scorso 31 agosto, alla Cooperativa Uno tra Noi, suggellando così il fine solidale della manifestazione inserita nel cartellone dell’Estate in […]

Allerta meteo fino alle ore 20 del 26 settembre per precipitazioni e vento

La Sezione Protezione Civile della Regione Puglia ha diramato, con il messaggio di N° 2 del 25.09.2022, lo stato di allerta meteo arancione sul settore della Puglia centrale Adriatica, in cui è compresa Bisceglie, dalle ore 00:00 di lunedì 26 settembre per le successive 20 ore, quindi fino alle ore 20 di lunedì 26 settembre. Sono attese precipitazioni: da […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: