Lavoro. Controlli della Guardia di Finanza a Trani e a Bisceglie. 58 dipendenti irregolari

Negli ultimi mesi i finanzieri hanno controllato diverse attività a Trani e Bisceglie, nel nord barese, nell’ambito del contrasto al lavoro sommerso. Sono stati scovati 58 lavoratori irregolari, di cui 40 impiegati in nero. Gli altri, invece, sono risultati assunti, ma in difetto rispetto alla normativa vigente su orari di lavoro svolti e dichiarati o in materia di retribuzione: lo stipendio effettivamente intascato, in alcuni casi, non corrispondeva a quello dichiarato in busta paga o era stato consegnato in contanti. I datori di lavoro sono stati multati: rischiano complessivamente sanzioni che oscillano tra i 200mila e i 500mila euro, come previsto dalla normativa in vigore.

È stata proposta la chiusura temporanea di tre attività imprenditoriali non solo perché il personale in nero impiegato era pari o superiore al 10% del totale dei lavoratori regolarmente occupati, ma anche perché sono state riscontrate violazioni della disciplina in materia di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro. La segnalazione è stata inoltrata al competente ispettorato territoriale del lavoro di Bari. I controlli hanno riguardato supermercati, attività di commercio al dettaglio di mobili, abbigliamento, calzature, officine e carrozzerie, imprese di costruzione, strutture ricettive, ristoranti, gelaterie, bar e lidi balneari.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Ci lascia a 43 anni Michele Lionetti, lutto nel mondo dello sport biscegliese

Il movimento del basket e lo sport biscegliese piangono la prematura scomparsa, a soli 43 anni, di Michele Lionetti. Una notizia che non avremmo mai voluto riportare. Lions Bisceglie, in tutte le sue componenti, esprime enorme cordoglio per la perdita di un uomo che ha espresso il suo amabile carattere e la sua travolgente personalità […]

Bisceglie. Minaccia con una pistola (giocattolo) un giovane per un debito: arrestato un 16enne

Un 16enne di nazionalità tunisina è stato arrestato dai carabinieri a Bisceglie   per tentata estorsione. Avrebbe – secondo quanto emerso – chiesto soldi per una dose di droga non pagata a un 18enne minacciandolo di morte con una pistola poi risultata giocattolo. È stata la vittima a denunciare di essere sotto scacco del ragazzo che […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: