Amministrative 2023: Casella c’è, con quattro liste per la coalizione “Nel Modo Giusto”

Emozioni, contenuti programmatici e grande partecipazione di candidati nuovi e liste a “testimoniare” l’importanza dell’adesione delle liste della coalizione “Nel Modo Giusto” a “Bisceglie Rinasce”, con al tavolo il consigliere regionale de “I popolari” Francesco La Notte, artefice principale dell’importante adesione del movimento del leader Gianni Casella a Bisceglie Rinasce.

E’ quanto si legge nella nota diffusa dai promotori dell’iniziativa che si è tenuta venerdì 21 ottobre nelle sale di Villa Ciardi a Bisceglie.

Flavio De Feudis ha presentato il rappresentante di “Nel Modo Giusto” Alessandro Di Leo e il capo-gruppo in Consiglio comunale Giorgia Preziosa. Dopo i loro articolati ed emozionanti interventi – prosegue la nota – è stato chiamato al tavolo, tra gli applausi della gremitissima sala, di Villa Ciardi, Gianni Casella. L’intervento del leader del movimento ha evidenziato la necessità di superare gli errori divisivi del passato in nome dei valori di verità e responsabilità e, soprattutto, dell’amore verso la comunità e i cittadini che non meritano governi fallimentari e basati su false promesse e proclami vacui come quello della Svolta.

L’intervento emozionato e carico di entusiasmo si è concluso con un intenso appello alla unità delle forze sane della città e a sostenere il candidato sindaco Francesco Spina, che ha dimostrato, oltre alle sue capacità amministrative, una rinnovata attenzione a quegli aspetti relazionali e politici determinanti per costruire una forte e solida squadra di governo comunale. Gianni Casella ha infine “lanciato” l’intervento della lista Bisceglie D’Amare nella persona del suo rappresentante Vincenzo Valente, che ha rapppresentato l’emozione di veder ripartire un valido progetto di crescita della città forte della grande novità politica cittadina che sarà costituita dall’alleanza di Bisceglie Rinasce con il movimenti Nel Modo Giusto.

Dopo Vincenzo Valente, c’è stato l’intervento di alcuni rappresentanti della coalizione, entusiasti per questo grande sforzo aggregativo, segno di maturità e della comune consapevolezza delle difficoltà che vivono i cittadini. Si sono succeduti gli interventi di Stefania D’Addato (candidata al senato di Azione), Pasquale Ciocia (lista civica), Antonello Soldani (lista civica), Loredana Acquaviva (Udc) e Rocco Prete (lega). Ha portato i saluti alla coalizione Pasquale D’Addato, presidente di Roma Intangibile, che si è congratulato con i protagonisti della coalizione per lo straordinario sforzo aggregativo, concludendo con gli auguri, anche da dirigente sportivo, che a maggio 2023 si possa festeggiare la promozione del Bisceglie Calcio e contestualmente l’elezione a sindaco di Francesco Spina.

Subito dopo è’ intervenuta Tonia Spina (Fdi), che affiancherà in “ticket” il candidato Francesco Spina, che ha evidenziato la forza della coalizione salutando il consigliere regionale Francesco La Notte, biscegliese doc, e la presenza di un pugliese, da sempre suo amico, come Raffaele Fitto, nominato proprio nelle stesse ore ministro del governo nazionale con delega importantissima al PNRR (fondi essenziali per lo sviluppo delle comunità). È ‘ stato poi il turno dell’intervento di Francesco La Notte, la più alta carica istituzionale della coalizione, che ha evidenziato le importanti iniziative intraprese grazie al suo intervento per il recupero del progetto del nuovo ospedale a Bisceglie, fermo dal 2012, e per sostenere con cospicui interventi finanziari regionali le difficoltà economiche dei cittadini, delle famiglie e delle imprese. La Notte ha simpaticamente ricordato gli sforzi per promuovere l’alleanza tra i suoi amici Francesco Spina e Gianni Casella, che ha peraltro sfiorato l’elezione alla Camera dei deputati alle recenti elezioni politiche. La Notte ha criticato il modo propagandistico e senza risultati concreti della “Svolta”, concludendo con l’auspicio che con la vittoria di Francesco Spina e la squadra amministrativa di Bisceglie Rinasce possa realizzarsi la più forte filiera istituzionale che si ricordi a Bisceglie tra governo nazionale, governo regionale e Comune, con risvolti importantissimi per lo sviluppo economico, sociale e lavorativo della città.

Infine, ha concluso Francesco Spina che ha salutato le autorità politiche e istituzionali presenti: oltre a coloro che sono intervenuti erano presenti il Giuseppe Tiani, Lino Ricchiuti, Diego Rana, Pietro Casella (fresco di premio culturale a livello nazionale), il segretario Provinciale di Azione Nicola Colangelo, Dell’UDC Giuseppe Stregapede e Natale Monopoli, la consigliera Angela Di Gregorio.

Francesco Spina ha voluto evidenziare che il progetto BISCEGLIE RINASCE è alternativo a quello della “Svolta” (e dei suoi rappresentanti) delle promesse false e delle bugie, che si limita a mettere il fiocco regalo alle opere programmate e cantierizzate dalle passate amministrazioni e a fare i selfie con i cappelli da operaio in testa. Bisceglie Rinasce non è un cartello elettorale , ma una forte alleanza politica, progettuale e umana che guarda principalmente a rinsaldare la fiducia umana tra i cittadini e le istituzioni comunali, ponendo come obiettivi primari strategici la salvaguardia dei diritti, della salute e del benessere dei cittadini, nonché dell’ambiente e della qualità della vita sotto il profilo anche della solidarietà economica verso i più indigenti.

Consegnare una città migliore alle future generazioni e formare una nuova classe dirigente, incentivando la partecipazione anche di giovani e donne, attraverso seminari tecnici e culturali sono veri e propri doveri etici. Infine, In linea con questi obiettivi, Spina ha annunciato i primi due punti del programma, che verrà poi integrato è completato con l’apporto dei cittadini che verranno ascoltati, andando loro incontro, in tutti i quartieri della città. 1 punto: il parco urbano fronte mare nella zona 165 (al posto dei 300 appartamenti sul mare approvati dalla SVOLTA). 2 punto: la cittadella dello SPORT in zona levante.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

L’assessore Naglieri giustifica il mancato riconoscimento del premio “Comuni ricicloni” della Legambiente

“Per l’edizione 2022 del premio Comuni Ricicloni di Legambiente, diversamente dagli anni passati, i parametri considerati sono stati il superamento della percentuale di raccolta differenziata del 65% e la produzione pro-capite di rifiuto secco avviato a smaltimento (massimo 75 kg all’anno per ogni abitante). Ciò ha determinato che l’importante riconoscimento sia passato da 113 comuni […]

Risposta Green Link parla chiaro: 30mila euro per pulire le strade durante “Libri nel Borgo Antico” e “Calici nel Borgo Antico”

«La risposta di green link è precisa. Quindi i 30 mila euro stanziati in aggiunta al canone per il centro storico sono serviti per pagare il periodo di Libri nel Borgo Antico e quello di Calici nel Borgo Antico. Il resto dell’anno il centro storico può rimanere una pattumiera? Non diamo completamente la colpa ai […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: