La Virtus Bisceglie incappa in una giornata storta e in un arbitraggio infelice

Una prova nel complesso insufficiente, a tratti scialba, seppure in crescendo nella ripresa. Una sconfitta immeritata perché, semplicemente, gli avversari non hanno fatto granché per conquistare i tre punti. L’episodio intorno al quale è girato il confronto tra Virtus Bisceglie e Virtus Molfetta è l’inesistente penalty concesso per un contatto, che in realtà non si è mai verificato, fra il portiere biancazzurro Musacco e La Forgia. La cantonata colossale presa dall’arbitro Capuano della sezione Aia di Barletta ha condizionato l’andamento di una sfida che altrimenti, con ogni probabilità, si sarebbe conclusa a reti bianche.

La pioggia, caduta in modo copioso nella mattinata di domenica, ha fortemente allentato il sintetico del “Francesco Di Liddo”. Il rigore ben calciato da Antonelli ha dato agli ospiti un prezioso vantaggio, custodito con una prestazione generosa e attenta. La Virtus Bisceglie, oltre al danno, ha dovuto pure sopportare la beffa per l’incredibile mancato fischio di Capuano al 18’, quando Binetti è stato falciato senza mezzi termini nel cuore dell’area intento a calciare verso la porta: due torti pesantissimi e inammissibili.

I padroni di casa hanno prodotto molto poco rispetto alla mole di gioco sviluppata: un destro di Tommasi in apertura di ripresa (palla fuori) ha preceduto la buona chance sprecata da Moschetta (60’) su invito di Papagni, con la palla mandata ben oltre la traversa. Uno strepitoso intervento di Zingaro ha negato l’1-1 a Papagni, la cui precisa punizione a giro è stata respinta a un soffio dalla linea di porta. Il forcing biancazzurro è proseguito con un sinistro impreciso di Mattia Di Franco (70’) e una ghiotta occasione per il subentrato De Palma, ancora servito da Papagni (76’). L’espulsione di Mané ha dato a Pasculli e compagni qualche minuto di superiorità numerica, vanificata dal frettoloso rosso diretto ai danni di un incredulo Monopoli. Poco dopo la Virtus Bisceglie è rimasta anche in 9 per il secondo giallo esibito all’indirizzo del capitano Tommasi e dopo il triplice fischio analogo provvedimento è stato assunto nei confronti del portiere Musacco. Una giornata storta per il team biscegliese, al secondo stop consecutivo.

 

Virtus Bisceglie-Virtus Molfetta 0-1

Virtus Bisceglie: Musacco, Quercia, De Venuto, Monopoli, Dell’Oglio (87’ Germinario), Moschetta (69’ De Palma), Di Franco, Tommasi, Binetti (55’ Pasculli), Papagni, Pellegrini. A disp.: Cataldo, Pedico, Rigante, Caputo, Montrone, Matera. All.: Piccarreta.
Virtus Molfetta: Zingaro, Ragno, Marino, Mané, De Candia, Tesoro, La Forgia, Amorese, Cormio, Ferrieri, Antonelli.
Arbitro:
Capuano di Barletta.
Reti: 15’ rigore Antonelli.
Note: espulsi Mané (77’) per doppia ammonizione, Monopoli (83’) per fallo da ultimo uomo, Tommasi (88’) per doppia ammonizione.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Lions Bisceglie, con il CJ Taranto occorre tornare alla vittoria

Incrocio pugliese per i Lions Bisceglie, pronti a ricevere il CJ Taranto sulle tavole del PalaDolmen domenica 27 novembre. Palla a due alle ore 18 per il confronto incluso nel calendario della nona giornata d’andata del girone D di Serie B Old Wild West. La gara sarà preceduta da un minuto di raccoglimento, disposto dalla […]

Allyson trascina la Diaz alla vittoria sul Pisticci

Torna alla vittoria la Diaz e lo fa nel segno di Allyson, protagonista del 5-1 con il quale i biancorossi si sono imposti sul Pisticci in occasione della nona giornata del campionato di Serie B, girone G. Eppure sono gli ospiti che al 2’56” passano in vantaggio con Iannuzziello che da banda sinistra insacca sotto […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: