8 milioni per il Gal Ponte Lama. Lunedì conferenza stampa

Lunedì 3 luglio alle ore 10.00 presso il Salone degli Specchi di Palazzo Tupputi, a Bisceglie, il Presidente del GAL Ponte Lama, Francesco Spina, Sindaco di Bisceglie, e il direttore tecnico Gianni Porcelli presenteranno la Strategia di Sviluppo Locale ammessa a finanziamento.

Interverranno alla conferenza stampa anche il Sindaco di Trani, Amedeo Bottaro e il Sindaco di Molfetta, Tommaso Minervini.

A seguito della valutazione delle 23 proposte di Strategia di Sviluppo Locale (SSL) pervenute dai Gruppi di Azione Locale (GAL) pugliesi e degli incontri bilaterali con l’ Autorità di Gestione del PSR Puglia 2014-2020 è arrivata la notizia ufficiale dell’ammissione a finanziamento per il GAL Ponte Lama.

Il Gruppo di Azione Locale delle città di Bisceglie, Molfetta e Trani è al secondo posto fra le strategie selezionate dal Comitato tecnico regionale intersettoriale della Misura 19 del PSR Puglia 2014-2020, con una dotazione finanziaria che ammonta a circa 8 milioni di euro.

La SSL proposta dal GAL Ponte Lama dimostra di aver saputo cogliere l’approccio plurifondo, sfida ambiziosa e complessa in cui la Puglia è l’unica Regione d’Italia a cimentarsi, integrando le opportunità offerte dal fondo per lo sviluppo rurale (FEASR) e dal fondo per la pesca (FEAMP).

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

L’assessore Naglieri giustifica il mancato riconoscimento del premio “Comuni ricicloni” della Legambiente

“Per l’edizione 2022 del premio Comuni Ricicloni di Legambiente, diversamente dagli anni passati, i parametri considerati sono stati il superamento della percentuale di raccolta differenziata del 65% e la produzione pro-capite di rifiuto secco avviato a smaltimento (massimo 75 kg all’anno per ogni abitante). Ciò ha determinato che l’importante riconoscimento sia passato da 113 comuni […]

Risposta Green Link parla chiaro: 30mila euro per pulire le strade durante “Libri nel Borgo Antico” e “Calici nel Borgo Antico”

«La risposta di green link è precisa. Quindi i 30 mila euro stanziati in aggiunta al canone per il centro storico sono serviti per pagare il periodo di Libri nel Borgo Antico e quello di Calici nel Borgo Antico. Il resto dell’anno il centro storico può rimanere una pattumiera? Non diamo completamente la colpa ai […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: