Sospiro di Bisceglie alla Fiera del Levante. Ma che bravi i nostri pasticceri!

12 Settembre 2017 0 Di ladiretta1993

Un dolce che fa “sospirare” per la sua prelibatezza, eleganza nella presentazione semplice ma raffinata apprezzato da tutti ovunque venga presentato. Si tratta del “ Sospiro di Bisceglie” che si fregia del marchio “Slow Food”, presente quest’anno alla 81^ edizione della Fiera del Levante di Bari iniziata il 9 Settembre scorso e che terminera’ il prossimo 17 Settembre.

A presentare il tradizionale dolce della citta’ dei Dolmen e’ l’intero staff di nostrani pasticceri che si sacrificano, e non poco, per portare in alto il nome della nostra città, per mezzo del “sospiro”, nostro simbolo e nostra bandiera; uno staff di pasticceri che hanno dato vita al “Consorzio del Sospiro di Bisceglie”, presente al Padiglione 173 in una delle principali Fiere Italiane del Mediterraneo., composta da oltre 400 espositori e 20 padiglioni interamente occupati.

Quest’anno la Fiera e’ stata inaugurata dal Presidente del Consiglio dei Ministri Paolo Gentiloni, presente alla cerimonia  anche il Presidente della Regione Puglia dott. Michele Emiliano.

Il Consorzio pasticcieri di Bisceglie si avvale della presenza di ottime pasticcerie locali, in cui troverete l’eccellenza biscegliese.

Pasticcerie come quelle di:

Ventura Ricchiuti, e Domenico Spina della pasticceria RONDO’ CAFFE’,

Andrea dell’Olio MOONFLOWER,

il Cavaliere Pantaleo Dell’ Olio, Lino , SAN PIETRO,

Mauro La Notte PASTICCERIA TRANI,

Piero Di Benedetto DOLCE CAFFETTERIA

e Domenico Monopoli e Giangranco Nichilo  DOLCE CAPRICCIO.

Il signor Ventura Ricchiuti, che tutti a Bisceglie conoscono come Rino,  e’ il referente del Consorzio del Sospiro. Il Progetto dei Pasticceri Biscegliesi e’ stato fondato il 27 Settembre 2012 da professionisti della pasticceria della citta’.

 

I bravi pasticceri hanno voluto esaltare il tradizionale dolce persino fissandone una data. Il 23 Marzo di ogni anno a Bisceglie verra’ celebrata: “La Giornata del Sospiro”. L’ idea e’ venuta all’ Associazione dei Pasticceri Biscegliesi “, il Sospiro”, gli Amici Pasticcioni e al dott. Tommaso Fontana.

Diverse iniziative sono state realizzate per far conoscere non solo il gustosissimo dolce  ma anche la citta’ di provenienza. Sergio Salerno, “Fondatore del Progetto Sospiro di Bisceglie” ne ha elogiato le qualita’ anche attraverso “ GEO”il famoso programma televisivo in onda su Rai 3, condotto dalla brava Sveva Sagramola.

 

Lo scopo e’ quello di valorizzare il dolce nuziale della Duchessa Lucrezia Borgia sotto tutti I punti di vista partendo dalle tradizioni, storia e cultura Le sue origini sono antichissime. Si racconta che I sospiri d’ amore fossero nati da una ricetta documentata sin dai primi del 500.

La leggenda vuole che le Monache Clarisse producevano e sfornavano I cosiddetti “ sospiretti” realizzati con pan di spagna farcito con crema e ricoperto da una glassa di colore rosa . I dolci  vennero preparati per le nozze della Duchessa Lucrezia Borgia (figlia di Rodrigo Borgia poi divenuto Papa Alessandro VI), con Alfonso d’Aragona, Duca di Bisceglie e Principe di Salerno,  ma la sposa non arrivo’ mai.

I dolci nuziali quindi, vennero dati agli ospiti che sospirarono tanto l’ evento. L’altra leggenda racconta che un giovane innamorato, invento’ I sospiri, traendo l’ ispirazione dai seni della sua amata. In una ricetta originaria del 1500, si prevedeva l’aggiunta di una goccia di rosolio, il liquore di rose, oggi sostituito con un po’ di limone e ricoperto da un leggero strato di glassa che ricopre il sospiro.

 

Una testimonianza sulla gustosita’ di questo dolce viene anche dall’eremita Aleandro Baldi il quale nei suoi racconti di viaggi, ne esalta la bonta’, cosi’ come anche Leandro Alberti,( Bologna 12 Dicembre 1479 Bologna 9 Aprile 1552) uno storico, filosofo e teologo italiano, lo sottolinea nel suo: Descrittione di Tutta Italia” , a meta’ del 1500.

Oggi questo buonissimo dolce, e’ tutelato da Slow Food. L’Associazione Internazionale no profit Slow Food e’ un movimento culturale che si pone come obiettivo quello della promozione del diritto a vivere il pasto e il mondo dell’ enogastronomia come un piacere. e non come abitudine frenetica, alimentare della vita moderna.

L’associazione e’ stata fondata nella citta’ di Bra in provincia di Cuneo ( Piemonte) nel 1986 da Carlo Petrini,gastronomo, sociologo, giornalista e scrittore italiano il quale ha voluto dare una risposta al dilagare del fast food e junk food. Il movimento nacque con il nome di Arci Gola , Emanazione della piu’ ampia Associazione legata alla sinistra e denominata ARCI (Associazione Ricreativa Culturale Italiana) Slow Food  si e’ impegnata per la difesa della biodiversita’ e dei diritti dei popoli alla sovranita’ alimentare, battendosi contro l’omologazione dei sapori, l’agricoltura massiva e le manipolazioni genetiche.

Tutti alla Fiera del Levante quindi, per degustare il buonissimo dolce biscegliese. Per coloro che non potranno giungervi le pasticcerie locali saranno liete di farvi assaporare il famoso dolce nuziale della Duchessa Lucrezia Borgia.

 

ANTONELLA SALERNO