Decontribuzione, webtax e decarbonizzazione: le proposte di Boccia al Fronte Democratico

“Cinque anni fa il PD ha preso in mano questo Paese, lo abbiamo rimesso in carreggiata con un Pil che partiva da -2.8 in un’Europa in recessione a -0.9 e lo lasciamo a +1.5, siamo ancora lontani dalla crescita ideale ma dobbiamo essere orgogliosi del lavoro fatto. Il lavoro di questa conferenza deve partire da un punto fermo: l’Italia al 2% di Pil nella prossima legislatura. Fronte Democratico, la mozione al congresso di Michele Emiliano, consegna alla nostra conferenza programmatica proposte chiare e partecipate per costruire l’Italia2020.


Ripartiamo dalle cose che hanno funzionato come la decontribuzione piena sul lavoro del 2015 e rendendiamola strutturale e per tutti;  la schizofrenia successiva al 2015 non ha aiutato e ha creato problemi. Basta ammetterlo e definire un percorso chiaro per il futuro, partendo da quel modello. Ripartiamo da politiche industriali che possano andare di pari passo col rispetto dell’ambiente. Nel Bilancio dello Stato per la prima volta abbiamo inserito gli indicatori Bes per misurare l’impatto delle politiche economiche sulla qualità della vita, se questa è la strada ed è condivisa, allora diventa obbligata la strada che porta alla decarbonizzazione dei processi industriali entro il 2030, non può più essere un tabù. E poi la web tax che il PD per primo aveva approvato e che oggi è in testa all’agenda europea. Non torno sul tempo perso. Con orgoglio diciamo che c’eravamo già dal 2013. Ora andiamo avanti e facciamola insieme e definitivamente. Sul fisco è una battaglia di equità e il nodo è lo stesso di quattro anni fa: superare il concetto di non stabile organizzazione per superare le intollerabili asimmetrie fiscali tra mondo online e offline, facendo pagare alle multinazionali le imposte indirette nei Paesi in cui fanno profitti. Proprio nel segno di quanto dichiarato dal Premier Gentiloni a Tallin”. Così Francesco Boccia, presidente della commissione Bilancio della Camera, intervenendo alla conferenza programmatica del PD in corso a Napoli, per illustrare, per conto di Fronte Democratico, le proposte dell’area che fa riferimento a Michele Emiliano.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Area Mercatale, Spina: «Angarano senza educazione istituzionale, intervenga immediatamente con collaudi e autorizzazioni» (IL VIDEO)

«Angarano ritrovi educazione istituzionale e risponda ai cittadini e alle opposizioni nel merito dei problemi sollevati, non con le offese personali: l’area mercatale va ultimata, collaudata e poi gestita secondo Legge. Gli amministratori de “La Svolta”, Angarano in testa, la finiscano di offendere le persone e coloro che da consiglieri democraticamente fanno il loro dovere […]

Area mercatale, Angarano si rifugia in un attacco a Spina: “Da che pulpito vien la predica”

“Da che pulpito vien la predica. Parla proprio lui che era famoso per inaugurare le opere ancora incomplete, come avvenuto per esempio con la piscina con i muri di cartongesso e senza la bitumazione degli annessi. Purtroppo in pochi sanno che sono state utilizzate senza idonea agibilità strutture come il teatro Mediterraneo, il teatro Garibaldi, […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: