Ricchiuti (PPI): Senza riforma INPS una vittoria di Pirro per le Partite Iva”

« Se si voleva dare fiato alla microeconomia, – dichiara Lino Ricchiuti presidente nazionale del movimento Popolo Partite Iva – bisognava riformare la parte contributiva per autonomi/liberi professionisti/agenti di commercio.

Abolire i minimali imposti e dare possibilità ai giovani di avviare senza timori una propria attività qualunque essa sia, se guadagna paga ma se il suo reddito è inferiore a 12.000 euro non deve pagare nulla. Se vorrà si farà una pensione assicurativa. Altro punto il caro affitti per evitare la chiusura di altre attività commerciali per questa causa.

Cedolare secca al 10% per i vecchi contratti solo se il proprietario accetta una decurtazione del 25% del canone in vigore già registrato. In questo modo mediamente si lasciavano in tasca alle piccole attività 6/700 euro in più al mese . Ovviamente stralcio al 10% di tutte e dico nessuna esclusa delle cartelle esattoriali fino a 500.000 euro, ma come dimostra un sondaggio lanciato sulla mia pagina social dove si chiedeva se il maggior debito fosse Irpef o Inps , il risultato parla chiaro : su oltre 400 risposte l’86% è come immaginavo per l’INPS e invece cosa sarà ritoccato di qualche punto?

L’Irpef . Quindi , va bene sanare, ma non toccando l’INPS fra un paio d’anni si starà ancora sotto la scure di Equitalia, vecchi e nuovi . E il DEF ricordo a tutti che è il documento di economia e finanza per i prossimi 3 anni , quindi questi temi in questa legislatura non sono in agenda. Va bene dare un sostegno con il Reddito di Cittadinanza a chi non ha lavoro ed ha famiglia da mantenere , va bene riformare la Fornero , va bene tutto, ma liberare seriamente chi crea ricchezza e posti di lavoro in questo Paese non avrebbe dovuto avere la priorità ? Questa è una vittoria di Pirro per il Popolo delle Partite Iva . Peccato, dopo aver strenuamente combattuto le politiche micro economiche degli ultimi sette anni , ci avevo voluto credere in un vero cambiamento.»

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.