Angarano boccia soldi ai poveri: per Natale balli, luci, albero e tric-trac

Una proposta di dirottare 25mila euro dal capitolo delle spese per le feste natizie ai contributi di sostegno alle famiglie indigenti per far vivere loro un Natale dignitoso, garantendo comunque il sostegno economico ai commercianti per le tradizionali luminarie.  Una proposta avanzata iera sera da tutti i consiglieri comunali di opposizione e rigettata dalla maggioranza di governo cittadino, dopo una sospensione chiesta dal Sindaco per cinque minuti (per pensarci su), ma durata effettivamente tre quarti d’ora.

L’idea che dall’esterno è emersa, è la limitatissima capacità di imporsi da parte del Sindaco Angarano anche su una situazione di cambio di rotta di 25mila euro, a fronte di una manovra economica di circa un milione e mezzo di euro. Un Sindaco apparso schiavo di accordi spartitori all’interno di assessori e maggioranza in lotta tra loro e non disposti a mollare un piccolo osso.

Dall’altra parte, invece, arriva un segno di unità di intenti, sulle questioni sociali e di interesse comune, e si registra, per la prima volta in questa legislatura, una compattezza da parte di tutte le forze politiche di opposizione che hanno firmato un emendamento -aggiungiamo, legittimo e onorevolissimo- con parere favorevole dei revisori dei conti e del Dirigente dell’area finanziaria.

Il consigliere Francesco Spina ha avanzato la proposta ad Angarano di liberarsi dal diktat della sua maggioranza e di mantenere fede al suo impegno di devolvere una parte del suo stipendio da Sindaco a favore dei più poveri.  Anche di fronte a questa proposta, Angarano si è fatto scivolare addosso la questione, senza batter ciglio.  Mentre Enrico  Capurso, dei Comunisti italiani, ha rimarcato l’assurdità con la quale venga liquidata anche sul piano umano la vicenda, per mere logiche di spartizioni politiche. Lo stesso Capurso ha redatto materialmente l’emendamento e ne è risultato primo firmatario.

«Questa amministrazione -ha scritto, invece, il consigliere comunale Giorgia Preziosa– non sa se lo storno di 25000 euro sulla variazione di bilancio siano pochi o troppi per le persone indigenti di questa città. Dunque la variazione di bilancio 2018/2020 di questo comune destinerà 60000 euro per gli eventi natalizi senza ,però, salvaguardare gli indigenti. Dunque nessuna somma destinata ai bisognosi ma per gli eventi natalizi si. Noi dell opposizione ci abbiamo provato ,presentando l emendamento alla variazione di bilancio #nelmodogiusto volevamo aiutare la città».

«Un mio emendamento -ha dichiarato, infine, il consigliere comunale Alfonso Russo– condiviso da tutta l’opposizione, Napoletano, Spina, Fata, Amendolagine, Capurso, Preziosa e Baldini , che ringrazio, per una cifra pari a 25mila euro a favore delle fasce più deboli, con parere favorevole del dirigente area amministrativa e revisori dei conti, è stato bocciato dalla maggioranza.  Si è persa una grande occasione della tanto decantata ma mai attuata collaborazione istituzionale, tra maggioranza e opposizione. Saremo attenti alle varie voci di spesa. Vedremo chi saranno i fortunati beneficiari di questi soldi delle feste».

Il capitolo oggetto della discussione e che ha provocato rottura completa tra maggioranza e opposizione, era relativo alla gestione di 60mila euro previsti per le feste natalizie. Non si sarebbero intaccati i soldi che erano previsti per le luminarie ai commercianti e avrebbe portato un sorriso in più a quelle famiglie povere -e sono tante- presenti a Bisceglie.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.