Disabili. “Oltre le due ruote”, a Bisceglie il progetto della Gioventù Cavallaro

5 Febbraio 2019 0 Di ladiretta1993

Un progetto nel segno dell’integrazione sociale e di sinergie proficue in grado di rendere ogni partecipante, in base alle proprie abilità e capacità, protagonista del successo all’interno dello stesso, unico gruppo. Sorge su tali coordinate “Oltre le due ruote”, iniziativa ideata e promossa dalla “Gioventù Cavallaro Onlus” presieduta da Mauro Di Niso che si prefigge di diffondere e promuovere l’attività motoria attraverso l’uso della bicicletta a favore di ragazzi con qualsiasi tipo di disabilità, trasmettendo loro i concetti chiave per una vita sana e virtuosa sotto il profilo dell’educazione sportiva, alimentare e della mobilità ciclabile.

Patrocinato dalla Regione Puglia e sostenuta dal Comune di Bisceglie (assessorati allo sport ed ai servizi sociali), il progetto coinvolge 23 ragazzi di età compresa tra i 6 ed i 18 anni che, in forma totalmente gratuita, saranno avviati all’utilizzo della bicicletta in completa sicurezza – o di mezzi adattati, come handbike e tricicli – quale comune denominatore dell’integrazione e dell’inclusione in un gruppo sportivo. La Pol.va Gaetano Cavallaro, attiva sul territorio da oltre 25 anni e da sempre ai vertici del panorama ciclistico giovanile pugliese, realizza “Oltre le due ruote” avvalendosi di uno staff specializzato, coordinato dal direttore sportivo Sabino Piccolo, laureato in Scienze Motorie, affiancato dai colleghi Ciro Di Maio e Gaetano Lacedonia, da Manuela Bufi (Scienze dell’Educazione e Formazione) e Stefania Di Liddo (esperta in tecnica della riabilitazione psichiatrica). L’associazione Mosquito Aps gestirà inoltre l’informazione e la sensibilizzazione dei benefici nei confronti di bambini e genitori valutandone altresì le competenze psico-sociali acquisite.

Il progetto parte ufficialmente lunedì 4 febbraio all’interno della palestra della scuola “Angela Di Bari” di Via Giuseppe Di Vittorio e nei primi due mesi sarà articolato in due spazi settimanali (lunedì e giovedì, entrambi dalle ore 18 alle 19,30).

“La bicicletta è un formidabile strumento d’istruzione capace di fornire al ciclista di qualsiasi età una piacevole sensazione di autonomia – spiega Sabino Piccolo – . Diventa fondamentale, quindi, acquisire gli strumenti adatti per potersi divertire. Il nostro progetto intende promuovere uno stile di vita salutare offrendo come mezzi per raggiungere tale fine il movimento e l’uso della bicicletta. Si propone altresì di trasmettere a tutti i partecipanti la conoscenza del mezzo nelle sue diverse componenti e nei suoi diversi utilizzi, allo scopo di poter circolare nella più totale sicurezza. Infine si pone quale ulteriore obiettivo, non meno importante, quello di trasmettere la consapevolezza delle proprie possibilità ed il desiderio di mettersi in gioco, senza mai rinunciare alla sfida con se stesi e con i propri timori”.

Nel periodo primaverile ed estivo le attività si sposteranno presso il ciclodromo “De Carlo” e saranno mirate all’apprendimento ed al consolidamento delle tecniche motorie e di guida della bici, dapprima come mezzo di piacere, di trasporto ed infine agonistico.

Annunci