Sparatoria a Bisceglie, la solidarietà del mondo politico ai Carabinieri

Sparatoria a Bisceglie, la solidarietà del mondo politico ai Carabinieri

25 Aprile 2019 0 Di ladiretta1993

Vari esponenti politici biscegliesi hanno commentato la notizia della sparatoria avvenuta in città nel tardo pomeriggio di giovedì 25 aprile.

«La gravità di quanto accaduto -scrive l’ex sindaco e consigliere comunale Francesco Spina-, con i colpi sparati per la prima volta a Bisceglie contro i Carabinieri che facevano il loro dovere e i controlli di loro competenza, merita ben altra attenzione e indignazione da parte dell’opinione pubblica e della nostra comunità. Solidarietà forte e incondizionata nei confronti dell’Arma dei Carabinieri e di tutte le forze dell’ordine che si impegnano quotidianamente per garantire sicurezza e ordine pubblico nelle nostre comunità. Far sentire la vicinanza della comunità biscegliese ai rappresentanti dello Stato che lavorano con dedizione, rischiando ogni ogni giorno la propria vita, significa onorare non solo retoricamente feste importanti come quella del 25 aprile e impedire che la cultura dell’illegalità e della delegittimazione delle istituzioni si radichi nelle future generazioni».

Il sindaco Angelantonio Angarano ha espresso «solidarietà e vicinanza all’Arma dei Carabinieri e ai militari della Tenenza di Bisceglie per quanto accaduto nel pomeriggio di oggi. Fortunatamente non ci sono feriti. Il grave episodio conferma ancora una volta l’impegno costante e la dedizione delle Forze dell’ordine nel contrasto alla malavita e nella tutela della nostra sicurezza».

Il presidente del Consiglio comunale e leader del Movimento Civico “Nelmodogiusto” Gianni Casella, si è dichiarato «indignato per quanto accaduto quest’oggi in pieno centro cittadino, ormai la nostra città da più tempo sembra essere una zona franca ove la delinquenza fa da padrona e dove tutto sembra quasi normale.. come al solito ci saranno proclami, si parlerà per alcuni giorni e poi come sempre tutto tornerà nella ordinaria normalità di chi non vede e chi non sente. Credetemi così non si va da nessuna parte -scrive Casella dal suo profilo Facebook-, urge comprendere quanto sua importante non far finta di nulla ed ognuno fare la propria parte considerando come aggravante che questo pomeriggio poteva accadere l impensabile. Come uomo e cittadino di questa città sono vicino all’Arma dei Carabinieri che si prodiga ogni giorno per rendere sicura la città in cui viviamo e vivono i nostri figli, ma consentitemi di condannare chi fa orecchie da mercante e chi continua ad essere cieco dinnanzi a questo stupro della ns libertà e civiltà».

Duro intervento anche di Alfonso Russo, capogruppo al Consiglio comunale del movimento “Nelmodogiusto”: « 40 militari intervenuti da…TRANI per dar supporto ai CARABINIERI locali, ( 4 gatti per 56000 abitanti.) Per fortuna nessuno ferito, pare che il responsabile di tale atto sia stato catturato. Quando dico che tutti i politici della nostra città, che hanno ruoli importanti in ambito nazionale, se ne fregano della nostra BISCEGLIE , oltre alle solite chiacchiere del momento, su episodi malavitosi , passato il clamore del momento , non muovono più un dito, per ottenere una STAZIONE DI CARABINIERI adeguata e non… 3 rappresentanti Dell ‘ARMA che fanno il possibile e come pare da ciò che è accaduto stasera ,rischiano la vita. Quando si arriva a sparare contro rappresentanti dello STATO a garanzia della nostra sicurezza , stiamo messi male e forse si dovrebbe pensare a non uscire più di casa o vivere nel terrore se un tuo figlio e fuori casa , un tuo nipote o un tuo caro , trovarsi nel momento sbagliato nel posto sbagliato e trovarci difronte ad una tragedia annunciata. Risparmiamoci la solita convocazione del comitato di sicurezza che si risolve con il nulla di concreto. Tutti i rappresentanti politici locali di maggioranza e opposizione dovrebbero recarsi a ROMA , parlare con il MINISTRO e pretendere per la nostra CITTÀ una maggiore attenzione per la nostra sicurezza , potenziare la STAZIONE LOCALE con uomini e mezzi. Troppo e frequenti sono gli episodi malavitosi che si verificano ormai da qualche anno».

Solidarietà è stata espressa anche dall’ex europarlamentare Sergio Silvestris: «Apprendo con sconcerto di una sparatoria che ha avuto come obiettivo alcuni Carabinieri di Bisceglie. Fortunatamente nessun ferito. Esprimo tutta la mia vicinanza ai Militari dell’Arma della mia città».

Annunci